Canone Rai in bolletta luce dal 2016: importo, chi deve pagare, esenzione e novità riforma del Governo Renzi

Pubblicato il 5 Ott 2015 - 3:00pm di Daniele Celli

Il Canone Rai potrebbe finire nella bolletta della luce e dell’elettricità a partire dal 2016. Vi forniamo le novità sull’importo a seguito della riforma del Governo Renzi e l’eventuale esenzione (e chi deve pagare dall’anno prossimo) per coloro che non possiedono il televisore per usufruire del servizio pubblico oggetto dell’imposta.

Canone Rai in bolletta luce e calo importo, novità riforma Renzi

Il fenomeno evasione riguardante il Canone Rai ha portato Matteo Renzi ad una decisione concreta, negli ultimi giorni oggetto di continue polemiche. Abolire la modalità attuale di pagamento e inserire l’imposta nella bolletta della luce, facendo così in modo che chiunque abbia l’elettricità in casa paghi la tassa sul televisore. Il premier ha pubblicizzato la mossa con una riduzione dell’importo (dai 113 euro del 2015 ai 100 euro proposti per il 2016) andando così a favore di chi ha sempre pagato il canone.

L’operazione, ovviamente rivolta a fermare il fenomeno dell’evasione che secondo alcune stime costerebbe allo Stato 500 milioni di euro l’anno, va però a penalizzare chi non paga il Canone Rai per via dell’esenzione. Chi deve pagare l’imposta obbligatoriamente, infatti, non sono tutti coloro che usufruiscono dell’elettricità in casa, bensì chi ha un televisore, indipendentemente se guarda o meno i canali Rai.

Esenzione Canone Rai, chi deve pagare dal 2016? Assoelettrica risponde

Si è così creata una confusione totale, tra la grande allerta di Assoelettrica che tramite il suo presidente Chicco Testa ha espresso le sue idee a riguardo: “Nella bolletta elettrica non potrà figurare il Canone Rai 2016, è un cambiamento impossibile da attuare. Non è detto che chi possiede un contratto sulla luce abbia un televisore, così come non vale il contrario, perciò sono due mondi completamente diversi. I produttori di energia elettrica non possono avere il compito di recuperare il Canone Rai, perché tutto ciò non ci compete e sarebbe una mossa totalmente errata“, la secca risposta dell’associazione nazionale delle imprese elettriche al Governo Renzi e alle novità in programma per l’imposta televisiva.

Rimane dunque un grosso interrogativo da risolvere quello sull’esenzione dal pagamento del canone, perché le nuove mosse del Governo Renzi non prendono in considerazione i casi particolari appena descritti. Farlo pagare a tutti (indipendentemente dal possesso del televisore) non sarebbe corretto, perciò si attendono novità a riguardo.

La riforma sul calo dell’importo è anch’essa oggetto di polemica, perché 13 euro in meno sembrano a molti una riduzione eccessivamente irrisoria. Enrico Zanetti di Scelta Civica, sottosegretario all’Economia, suggerisce a Matteo Renzi un calo leggermente più generoso nei confronti di chi ha sempre pagato il canone: “Non siamo contrari all’applicazione della riforma sul canone nella bolletta elettrica, ma a nostro avviso andrebbe aggiustata la variazione nell’importo. Troppo poco scendere da 113 a 100, al più 85 euro sarebbero tollerati“, afferma Zanetti.

Info sull'Autore

Editore online, giornalista, esperto di Web Marketing, Affiliate Marketing e SEO. Proprietario e direttore responsabile di Corretta Informazione e diversi altri siti internet di news generiche e guide di economia. Scopre questo particolare lato del web nel 2010 come articolista, ottenendo nel 2013 l'iscrizione all'Ordine dei Giornalisti (albo pubblicisti). Laureato in Statistica Gestionale presso l'Università La Sapienza di Roma. Contatti: redazionewrt@gmail.com

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Antonino 5 ottobre 2015 at 22:25 - Reply

    Io ho sempre pagato il canone TV,ma penso non sia corretto farlo pagare sulla bolletta dell’energia elettrica perche’ chi lo dice che chi ha l’energia elettrica ha pure la TV?

Lascia Una Risposta