Conti Volkswagen in rosso, 3,5 miliardi persi: situazione e aggiornamenti sul prezzo delle azioni

Pubblicato il 28 Ott 2015 - 4:58pm di Ubaldo Cricchi

Lo scandalo sulle emissioni truccate, come prevedibile, sta portando i suoi effetti negativi sui conti Volkswagen: il terzo trimestre di quest’anno si è chiuso con una perdita operativa di 3,5 miliardi; nonostante questo le azioni della Casa tedesca sono ancora in rialzo, confermando il piccolo trend di ripresa dopo il tracollo di fine settembre.

Conti Volkswagen: risultato netto in rosso, ma situazione finanziaria solida

Tornando a parlare dei conti Volkswagen, la voce che pesa più di tutte è l’onere straordinario pari a 6,7 miliardi di euro che il colosso dovrà sborsare per coprire i costi previsti del cosiddetto dieselgate, ovvero lo scandalo del software truccato con cui si riuscivano ad ingannare i test sulle emissioni inquinanti.

Il risultato netto è in rosso per 1,67 miliardi (l’anno scorso il terzo trimestre registrava un +2,97 miliardi di euro). Il fatturato è cresciuto a 51,5 miliardi (in crescita di oltre il 5% rispetto a dodici mesi fa) e l’utile operativo è in linea con il dato dell’anno passato. In questi primi nove mesi del 2015 il giro d’affari è cresciuto dell’8,5% (160,2 miliardi), mentre il profitto netto di quasi 4 miliardi è inferiore alla metà di quello del terzo trimestre del 2014 (8,68 miliardi).

I conti Volkswagem per quanto riguarda la situazione finanziaria (che ancora non viene toccata dalle conseguenze del dieselgate) sono solidi. La liquidità netta del settore auto è cresciuta di oltre dieci miliardi rispetto alla fine del 2014 e il cash flow netto del terzo trimestre di quest’anno è molto vicino al dato dell’anno scorso (poco sopra i cinque miliardi di euro).

Per il 2015 Volkswagen prevede di poter mantenere il livello delle consegne di veicoli agli standard dell’anno passato, contando su un aumento del fatturato che può arrivare fino al 4%. Con questi numeri i conti Volkswagen al netto degli oneri causati dal dieselgate presenteranno un margine operativo tra il 5,5% e il 6,5%.

Incertezza sul lungo periodo, aggiornamenti su prezzo azioni

Su un orizzonte di lungo periodo ancora non è possibile fare delle previsioni attendibili, perché come spiega la stessa Casa tedesca le indagini sono solo nella loro fase iniziale e non si può ancora fare una valutazione dei rischi legali; non è possibile escludere che il richiamo delle vetture incriminate possa portare ad una riduzione delle prestazioni dei mezzi, porando ad un danneggiamento per i clienti

Per quanto riguarda gli aggiornamenti sul titolo, le azioni Volkswagen si stanno stabilizzando dopo la caduta in picchiata di fine Settembre: il titolo sta cercando di superare la resistenza a 108,75 e se dovesse riuscirci, quello che attualmente è solo un piccolo trend rialzista potrebbe avere maggiori margini di crescita fino a sfiorare 120 euro; nel breve periodo lo scenario appare positivo, ma per il futuro l’incertezza sui danni provaci sui conti Volkswagem dal dieselgate non consente di fare previsioni attendibili.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta