Conto Arancio 2017: opinioni, interessi, login accesso clienti, numero verde contatti e filiali

Pubblicato il 30 Mar 2017 - 10:57am di Ubaldo Cricchi

Tra i vari prodotti che ING Direct mette a disposizione della sua clientela c’è anche Conto Arancio, il conto deposito che permette di gestire online i propri risparmi: scopriamone le caratteristiche, gli interessi applicati, le opinioni degli utenti e il suo funzionamento a partire dal login di accesso. Vedremo anche alcune informazioni sull’istituto, come il numero verde e gli altri contatti e la posizione delle filiali più importanti.

Obiettivo, interessi e login accesso: le caratteristiche di Conto Arancio

Il Conto Arancio è un conto deposito che si appoggia al conto corrente del cliente, facendone crescere i risparmi senza alcun rischio. L’obiettivo è proprio quello di aiutare il titolare del conto a risparmiare, in modo da poter raggiungere con maggiore facilità i suoi obiettivi. È possibile fare dei depositi tramite bonifico dal proprio conto corrente o da altri conti non intestati al titolare, con assegni bancari o circolari o attivando l’alimentazione tramite RID. Se l’utente ha necessità dei soldi depositati può tranquillamente spostarli da Conto Arancio al conto corrente con un semplice bonifico. La situazione su Conto Arancio può essere costantemente monitorata anche online: basta fare il login per avere accesso all’Area Riservata, raggiungibile sia da computer che da smartphone tramite l’App ING Direct. La chiusura del conto deposito non comporta alcun costo e non dà origine a penali: la chiusura può essere richiesta direttamente online dalla sezione Conto Arancio dell’Area Riservata.

Non sono previsti costi per l’apertura e le varie operazioni di gestione, trasferimento e chiusura che si possono effettuare con Conto Arancio: per questo motivo il prodotto rientra tra i conti depositi a zero spese, ovvero quelli caratterizzati dall’assenza di spese fisse e commissioni; per rispondere ai dubbi di chi si chiede come mai riesca ad offrire i suoi servizi a zero spese, ING Direct risponde dicendo che riesce a tenere molto bassi i costi perché lavora soprattutto via telefono e online. Come detto, l’obiettivo di Conto Arancio è quello di aiutare il titolare a far crescere i suoi risparmi, ma come? Molto semplicemente, sulle somme depositate maturano degli interessi creditori che vengono liquidati direttamente sul conto alla fine dell’anno, alla chiusura del conto o, per chi attiva l’opzione Arancio+, alla scadenza del vincolo. A chi decide di mantenere liberi i propri risparmi viene riconosciuto il tasso d’interesse base dello 0,10%, mentre sulle somme vincolate il tasso varia in base alla durata del vincolo: si va dallo 0,30% per la durata di 6 mesi fino allo 0,70% per i vincoli di 60 mesi.

L’opzione Conto Arancio+

Qualche riga fa abbiamo fatto un rapido accenno all’opzione Arancio+: attivando questa opportunità sarà sufficiente lasciare depositata la somma che è stata scelta per ottenere degli interessi più alti, con la certezza di non andare incontro a costi e penali in caso di svincolo; è il cliente stesso a decidere qual è la somma da tenere vincolata e per quanto tempo lasciare attiva l’opzione Arancio+ (dall’Atea Riservata è possibile attivarne fino ad un massimo di tre), che potrà essere annullata in ogni momento, con il riconoscimento del tasso base previsto per Conto Arancio. Secondo i termini della promozione attualmente in corso (la cui scadenza è prevista per il 22 aprile 2017) è possibile ottenere un tasso del 2% per 6 mesi per le somme mantenute in deposito per 6 mesi (massimo 50.000 euro per ogni opzione); questa offerta è valida per chi ha anche in Conto Corrente Arancio attivo e vi accredita lo stipendio o la pensione. Naturalmente tutti i tassi di interesse a cui abbiamo fatto riferimento sono al lordo della tassazione del 26%.

Come aprire il conto deposito, filiali ING Direct, contatti e opinioni

Per aprire un Conto Arancio sono sufficienti tre mosse: la prima consiste nella procedura online (sul sito viene riportato che bastano cinque minuti), la seconda consiste nella firma e nell’invio per posta del contratto e la terza consiste nel primo bonifico sul conto deposito appena aperto. Per avere un Conto Arancio è sufficiente essere titolare di un conto corrente (non necessariamente Conto Corrente Arancio, va bene anche un conto presso un altro istituto) e avere a portata di mano il suo Iban, un documento di identità e il codice fiscale. Una volta terminata la procedura di richiesta di apertura sarà lo stesso istituto a informare via sms o email il cliente sui successivi passi da compiere per attivare il conto. Per avere maggiori informazioni sul prodotto è possibile connettersi al sito ufficiale ingdirect.it, oppure mettersi in contatto con l’istituto chiamando il Servizio Clienti (ci sono vari numeri in base al tipo di prodotto a cui si è interessati: per il Conto Arancio bisogna chiamare l’848582555), mentre chi è già cliente di ING Direct ha a disposizione il numero verde 800717273. Sul sito è anche possibile trovare dove sono le filiali, gli Arancio Store e i Punti Arancio più vicini.

Le opinioni su Conto Arancio che si possono trovare in giro per il web sono per lo più positive: il vantaggio che viene segnalato con più enfasi è l’assenza di spese e costi, ma vengono apprezzati anche la semplicità della procedura per l’apertura del conto deposito e l’affidabilità di un istituto che è riuscito ad affermarsi come uno dei principali protagonisti dell’internet banking. Non c’è molto entusiasmo sui tassi d’interesse creditori applicati, che vengono ritenuti un po’ bassi, anche se sono perfettamente in linea con quello che può offrire il mercato dei conti deposito: chi è alla ricerca di rendimenti più alti forse dovrebbe pensare ad altri tipi di investimento.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta