Cosa fare il 1 Maggio 2016 a Roma, Milano, Napoli, Genova e Torino: eventi, idee e feste

Pubblicato il 26 Apr 2016 - 7:47pm di Ubaldo Cricchi

Il 25 aprile è appena passato, ma è già ora di pensare a cosa fare il 1 maggio 2016: alcuni fortunati hanno potuto prolungare le ferie unendo le due festività, mentre per tutti gli altri la triste notizia è che il primo del prossimo mese cade proprio di domenica (di solito la frase che si pensa più spesso quando accadono cose del genere è: che spreco!). La Festa del Lavoratori è comunque un evento molto importante che viene celebrato in tutta Italia: vediamo gli eventi, le feste e alcune idee su cosa fare in alcune città importanti come Roma, Milano, Napoli, Genova e Torino.

1 Maggio 2016 a Roma, non c’è solo il concertone

1 maggio 2016 romaQuando si parla del 1 Maggio a Roma è inevitabile pensare immediatamente al tradizionale concertone di Piazza San Giovanni: quest’anno il grande evento musicale sarà condotto da Luca Barbarossa e prevede in scaletta l’esibizione di artisti del calibro di Max Gazzè e Skunk Anansie e tanti altri (ci siamo occupati dell’elenco ufficiale e completo dei cantanti coinvolti qualche giorno fa); il concerto sarà aperto dai vincitori del concorso 1MNext: un’occasione importante per conoscere artisti emergenti. Come sempre, chi non potrà recarsi a Roma per assistere dal vivo al concertone ha la possibilità di seguirlo in diretta tv su Rai Tre e in streaming sul sito rai.tv.

Ma il Primo Maggio di Roma non può essere limitato al solo evento di Piazza San Giovanni. Ad esempio possiamo citare il 1 Maggio 2016 all’Auditorium Parco della Musica: dalle 10:00 alle 17:00 nei Giardini Pensili si svolgerà l’edizione speciale del Farmer’s Market di Campagna Amica (ingresso gratuito); alle 11:00 in Sala Sinopoli inizia l’evento All’Italia, La storia nei canti popolari, un grande concerto con oltre 200 artisti provenienti da tutte le regioni del Paese (il biglietto ordinario costa 15 euro); dalle 11:00 alle 13:00 presso lo Spazio Risonanze ci sarà il Gioco dei Canti di Maggio, un evento che, tramite giochi e animazioni, aiuterà i bambini ad imparare i più noti canti popolari (ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria); dalle 13:00 alle 15:00 i Giardini Pensili ospitano il Picnic sociale e i concerti della Buona Tavola, con degustazioni di pecorino, fave e vino accompagnate dalla musica popolare (ingresso gratuito); alle 14:30 ci sarà l’Incontro per dare vita all’Orchestra Sponanea, con la partecipazione di tutti coloro che adorano suonare strumenti popolari come percussioni, chitarre, zampogne, fisarmoniche o organetti (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria); alle 15:30 inizia il concerto dell’Orchestra Spontanea di Si Canta Maggio.

Il primo Maggio è anche l’ultimo giorno della Festa dello Sport al Laghetto dell’Eur, una vera e propria palestra a cielo aperto e con ingresso gratuito, con la possibilità di provare una ventina di discipline, incontrare le Federazioni Sportive o i campioni nazionali e internazionali. Ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le età: si va dai classici giochi di squadra alle arti marziali, passando per le attività fitness e le sfide personali come ad esempio l’arrampicata. Una valida alternativa ottima per tutta la famiglia. I tursiti che passeranno il giorno del 1 Maggio alla stazione di Roma Termini potranno assistere ad una sorta di esperimento, ovvero la Casa social: una casetta in vetro dove due persone per 9 giorni (dal 26 aprile al 4 maggio) vivranno sotto gli occhi di tutti. Resterà aperto il Roseto Comunale, vistiabile dalle 8:30 alle 19:30: l’ingresso è gratuito, ma bisogna ricordarsi che la prenotazione è obbligatoria.

Come abbiamo detto, il 1 Maggio 2016 cade di domenica, la prima domenica del mese: questo vuole dire che grazie al programma #Domenicaalmuseo i musei e le aree archeologiche saranno aperte e visitabili gratuitamente. L’immenso patrimonio culturale della Capitale permette di scegliere tra un vasto insieme di proposte: si potranno visitare luoghi celeberrimi come il Colosseo, le Terme di Caracalla o il Pantheon, ma potrebbe essere l’occasione per andare a conoscere qualche museo meno noto; l’elenco completo dei posti che resteranno aperti domenica 1 Maggio è presente sul sito del Ministero dei Beni Culturali (beniculturali.it).

Festa dei Lavoratori: idee su cosa fare a Milano e in altre città d’Italia

1 maggio 2016 milanoPassiamo ora al 1 Maggio 2016 a Milano; se ripartiamo dall’ultimo argomento trattato per Roma bisogna dire che purtroppo per l’iniziativa #Domenicaalmuseo resterà aperto e gratuitamente visitabile solo l’Archivio di Stato (il Cenacolo Vinciano e la Pinacoteca di Brera resteranno chiusi). Non mancheranno comunque altri luoghi da visitare, tra i quali merita una menzione la mostra di RM Sotheby’s con l’esposizione delle più importanti automobili dell’Asta di Monaco (tra cui la Ferrari 275 GTS/4 NART Spider del 1968 ). Sarà inoltre possibile approfittare dell’apertura di Villa Clerici: dalle 10:00 parte un ricco calendario di iniziative ad ingresso libero che permetteranno di riscoprire la Villa e i suoi giardini, ma anche la chiesetta di Santa Teresa e le collezioni d’arte della GASC; il programma si chiude con il concerto dei PMT e l’aperitivo per i partecipanti. Come sempre molto varia la proposta dei tetri milanesi: giusto per fare un esempio, al Teatro Leonardo ci saranno gli Oblivion con il loro spettacolo The Human Jukebox.

Importante anche la riapertura della zona Expo: Maroni già ad inizio aprile aveva annunciato che il 1 Maggio con il concerto della Scala e la riaccensione dell’Albero della Vita si voleva dare un segnale per dimostrare che c’è la volontà di mantenere viva l’area della grande esposizione, anche perché dal 25 meggio al 25 ottobre saranno proprio i padiglioni dell’Expo ad ospitare alcume mostre collegate alla Triennale di Milano. Gli appassionati di calcio che si trovano a Milano domenica prossima magari coglieranno l’occasione di andare a vedere la partita Milan-Frosinone (con i rossoneri impegnati a respingere l’assalto del Sassuolo al sesto posto che vale l’accesso all’Europa League e i laziali che si giocano le ultime carte per mantenere la massima categoria), che si gioca alle 15:00 a San Siro, lo stadio che tra meno di un mese ospiterà la finale di Champions League.

Napoli, Genova e Torino: le iniziative e gli eventi del Primo Maggio 2016

1 maggio 2016 napoliVediamo ora cosa fare il 1 Maggio 2016 a Napoli. Per prima cosa indichiamo i musei e le aree archeologiche che potranno essere visitate gratuitamente in questo giorno di festa: Archivio di Stato, Biblioteca Vittorio Emanuele III, Castel Sant’Elmo, Museo Archeologico Nazionale, Museo di San Martino, Palazzo Reale, Parco e Tomba di Virgilio, Monumento Nazionale dei Girolamini, Museo Pignatelli, Museo e Real Bosco di Capodimonte, Museo della Ceramica Duca di Martina. Per festeggiare i 300 anni dalla nascita di Carlo Borbone sono previsti eventi speciali presso la Biblioteca Nazionale a Palazzo Reale; anche ViviQuartiere organizza visite, percorsi e degustazioni guidati legati alla figura di Carlo di Borbone. Saranno visitabili gratuitamente pure gli Scavi di Pompei, mentre con l’iniziativa Salvalarte Ager Stabianus è possibile seguire una vistia guidata agli Scavi di Stabia. Nel weekend 30 aprile-1 maggio 2016 ci sarà l’opportunità di svolgere tante interessanti e divertenti attività alla Città della Scienza; domenica è previsto l’evento Costruiamo un sottomarino: un modo divertente ed educativo per far passare una piacevole giornata ai bambini e non solo.

1 maggio 2016 genovaGenova è la città scelta per ospitare la manifestazione sindacale del 1 Maggio 2016. Nel capoluogo ligure Cgil, Cisl e Uil celebreranno la Festa del lavoro con il corteo che partirà da Piazza Verdi alle 10:30 per raggiungere Piazza De Ferrari, dove si terrà il comizio dei segretari generali: il tema sarà Più valore al lavoro e verranno trattati i temi della contrattazione, dell’occupazione e delle pensioni. Saranno aperti e visitabili gratuitamente il Museo di Palazzo Reale e la Galleria Nazionale di palazzo Spinola; apertura straordinaria anche per tanti musei civici, tra cui il Museo della Lanterna, il Museo del Risorgimeno e il Museo di Storia Naturale. Per restare in ambito culturale, alle ore 17:00 a Palazzo Meridiana è previsto l’inizio della visita guidata con proiezioni I Decori d’inizio 900 a Palazzo della Meridiana: Coppedè – Gino Coppedé e il suo stile (il biglietto costa 10 euro). Interessanti anche le proposte nei teatri della città: citiamo Varietissimo, il divertente spettacolo ispirato alla rivista italiana degli anni ’50 e ’60 (Teatro Verdi, inizio alle 16:00). Per chi vuole semplicemente fare il turista, Genova offre diversi luoghi davvero imperdibili: la Lanterna, i caruggi e le creuze del centro storico, il percorso museale di Strada Nuova, la cattedrale di San Lorenzo, il porto antico e l’Acquario sono solo alcuni esempi.

1 maggio 2016 torinoChi si trova a Torino il giorno del 1 Maggio 2016 troverà aperti e visitabili gratuitamente l’Archivio di Stato, Palazzo Carignano, il Museo Archeologico Nazionale, i Giardini Reali e la Villa della Regina. Il primo maggio è anche l’ultimo giorno del Torino Jazz Festival: in calendario c’è la Grande Festa Jazz, con i concerti di Piazza Castello che, a partire dalle ore 17:00 vedranno esibirsi Gonzalo Bergara Quartet, Juilliard Jazz School, Ferdinando Faraò & Artchipel Orchestra, Yilian Canizares, Giovanni Falzone Contemporary Orchestra e Incognito. Diverse le mostre che sarà possibile visitare, tra cui Sulla scena del crimine: la prova dell’immagine dalla Sindone ai droni presso il Centro Italiano per la Fotografia e Matisse e il suo tempo a Palazzo Chiablese. In Piazza Solferino continua il mercatino francese Belle Epoque: per domenica sono previste le visite guidate di Torino in Liberty. Presso il parco del Castel di Pralormo si chiuderà l’appuntamento con Messer tulipano. Per chi invece vuole andare a Torino semplicemente per fare il turista le mete imperdibili non mancano di certo, dal Duomo al Parco del Valentino, senza dimenticare la Fontana Angelica e le varie chiese.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta