F24 Elide 2017: modello editabile compilabile online, prima registrazione e codici

Pubblicato il 11 Feb 2017 - 10:49am di Ubaldo Cricchi

Il modello F24 per versamenti con elementi identificativi, chiamato semplicemente F24 Elide, è il modulo da utilizzare nei casi in cui i pagamenti richiedano delle informazioni in più rispetto al tradizionale F24; scopriamo quali sono queste tipologie di pagamento, dove trovare il modello editabile compilabile online, come fare per la prima registrazione e quali sono i codici da inserire nel modulo 2017.

A cosa serve l’F24 Elide 2017

Si deve ricorrere all’F24 Elide quando è necessario indicare nel modello di pagamento alcune informazioni che non è possibile inserire nel modello ordinario; i pagamenti tipici per cui si deve utilizzare questo modulo sono:

  • imposta di registro
  • imposta di bollo
  • Iva immatricolazione auto UE
  • sanzioni e interessi in merito alla registrazione di contratti di locazione o affitto
  • tributi speciali e compensi.

La compilazione dell’F24 Elide deve essere fatta in base alla tipologia di pagamento, inserendo i dati solo nei campi relativi al tributo in questione; l’Agenzia delle Entrate comunque ha fornito delle indicazioni generali per un corretto inserimento dei dati: il codice dell’ufficio che ha emesso l’atto o che è destinatario del pagamento deve essere indicato nello spazio contrassegnato come “codice ufficio”; il codice dell’atto relativo al pagamento va indicato nello spazio “codice atto”; nel caso in cui il contribuente debba pagare per più atti deve utilizzare tanti modelli quanti sono gli atti; nello spazio contrassegnato dalla dicitura “tipo” invece vanno indicati (se richiesti dalla tipologia di pagamento) particolari elementi identificativi: i codici tipo si possono trovare anche navigando sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Lo spazio chiamato “elementi identificativi” serve per indicare, appunto, ulteriori elementi identificativi, come potrebbe essere il numero di telaio di un veicolo nel caso in cui si stia pagando l’Iva per l’immatricolazione di un mezzo acquistato in un Paese dell’Unione Europea.

Dove trovare il modello editabile online e codici da inserire

Dal sito agenziaentrate.gov.it è possibile scaricare l’F24 Elide in PDF, mentre per trovare il modello editabile online è sufficiente andare sul sito amministrazionicomunali.it; dopo averlo correttamente compilato, il contribuente può effettuare il pagamento in varie modalità: in contanti presso gli sportelli di uffici postali, banche convenzionate o agenti della riscossione, con addebito su conto corrente, con carte Bancomat presso gli sportelli abilitati, con assegni circolari o vaglia cambiari, tramite home banking o sfruttando i software di compilazione e trasmissione dell’Agenzia delle Entrate. I titolari di partita Iva possono effettuare il pagamento solo sfruttando i canali telematici.

Visto che nella maggior parte dei casi il modello F24 Elide viene utilizzato per i pagamenti collegati ai contratti di locazione e affitto di beni immobili, vediamo con il seguente elenco quali sono i codici da indicare in caso di prima registrazione, sanzioni e altri adempimenti; Tutti gli altri codici (compresa la tabella dei codici identificativi del secondo codice fiscale indicato nel modello F24 Elide) possono essere trovati sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

  • 1500 – Imposta di registro per la prima registrazione
  • 1501 – Imposta di registro per le annualità successive
  • 1502 – Imposta di registro per la cessione del contratto
  • 1503 – Imposta di registro per la risoluzione del contratto
  • 1504 – Imposta di registro per la proroga del contratto
  • 1505 – Imposta di bollo
  • 1506 – Tributi speciali e compensi
  • 1507 – Sanzioni da ravvedimento per una prima registrazione tardiva
  • 1508 – Interessi da ravvedimento per una prima registrazione tardiva
  • 1509 – Sanzioni da ravvedimento per tardivi versamenti di annualità e adempimenti successivi
  • 1510 – Interessi da ravvedimento per tardivi versamenti di annualità e adempimenti successivi
  • A135 – Imposta di registro – avviso liquidazione imposta – irrogazione sanzioni
  • A136 – Imposta di bollo – avviso liquidazione imposta – irrogazione sanzioni
  • A137 – Sanzioni – avviso liquidazione imposta – irrogazione sanzioni
  • A138 – Interessi – avviso liquidazione imposta – irrogazione sanzioni.

Nel caso in cui si stia effettuando un pagamento per la prima registrazione, nel campo “elementi identificativi” non va inserito nessun valore, mentre in caso di pagamenti per annualità successive, proroga, cessione o risoluzione del contratto bisogna indicare il codice identificativo del contratto composto da 17 cifre (si trova nella copia della richiesta di registrazione del contratto oppure nella ricevuta di registrazione in caso di contratti registrati online).

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta