Fiditalia Prestiti Personali, cambializzati e senza busta paga: preventivo, opinioni e calcolo rata online

Pubblicato il 16 Lug 2018 - 10:20am di Sara Fiori

Oggi andremo a parlare insieme dei prestiti personali che offre Fiditalia e ne vedremo le principali caratteristiche generali.

Fiditalia Prestiti Personali: come funzionano?

Fiditalia è una società che si occupa di concedere prestiti finanziari per varie motivazioni a coloro che lo richiedono e posseggono i requisiti giusti per poterne godere. Ci si auspica sempre di non avere bisogno di rivolgersi a qualcuno per avere un prestito, ma nel momento in cui si ha bisogno di denaro per realizzare dei propri progetti – come magari la ristrutturazione di un immobile, l’acquisto di un’auto e quant’altro – la richiesta e la concessione di un prestito può rivelarsi indispensabile per la riuscita del progetto a cui si sta lavorando. Per poter godere dei prestiti personali che mette a disposizione Fiditalia è necessario rispondere a determinati requisiti che ora prenderemo in considerazione.

Da un punto di vista lavorativo, colui che ha necessità di richiedere un prestito personale a Fiditalia può avere un contratto di lavoro sia a tempo determinato e che a tempo indeterminato, può essere sia un lavoratore autonomo che un pensionato. Un altro fattore da prendere in considerazione per poter richiedere un prestito è quello dell’età: la minima che deve avere il richiedente infatti è 18 anni, la massima è 77. La cosa che è assolutamente fondamentale per poter richiedere il prestito a Fiditalia è il fatto che si debba essere titolari di un conto corrente.

Per fare in modo che la richiesta per un prestito personale possa andare a buon fine è necessario presentare la documentazione adeguata, di cui andremo adesso a parlare. Sembra scontato – ma è sempre bene ricordarlo – che si debba presentare un documento di identità valido. Serve inoltre la tessera sanitaria, un documento di reddito, il codice IBAN e, nel caso in cui chi stia facendo la richiesta di prestito non sia un cittadino italiano, anche il permesso di soggiorno.

Queste sono i requisiti a cui si deve rispondere ed i documenti dei quali si deve essere in possesso nel momento in cui si desidera fare una richiesta per un prestito personale presso Fiditalia. Nel paragrafo che segue invece, andremo a prendere in considerazione tre delle differenti tipologie di prestito che Fiditalia mette a disposizione dei propri utenti. Sono tutte e tre differenti fra di loro, anche se posseggono alcune cose in comune. Vediamoli insieme.

Fiditalia Prestiti Personali: tre soluzioni proposte

Fiditalia offre ai propri utenti la possibilità di usufruire di tre differenti tipologie di prestito personale. Operando questa scelta fa in modo che ognuno possa scegliere l’opzione che più ritiene adeguata alla propria situazione specifica e può anche farlo tramite il proprio computer connettendosi al sito della società in cui vengono spiegate in maniera più specifica ed oculata tutte le caratteristiche di ogni tipo di prestito personale. Prendiamo ora in considerazione in maniera singola tutte e tre le soluzioni proposte da Fiditalia e vediamone insieme le principali peculiarità.

Il primo tipo di prestito personale che Fiditalia ci propone prende il  nome di Multipremia. Il nome di questa opzione ci fa comprendere che, per chi decide di aderire a questo tipo di prestito, potrebbero esserci dei vantaggi, dei premi appunto. Questa soluzione infatti fa in modo che le rate che si devono andare a pagare per il prestito, con il passare del tempo, possano scendere sempre di più di valore, andando a premiare la puntualità del cliente nel pagamento. Sul sito di Fiditalia viene proposto un esempio per fare in modo che possa essere più chiaro a tutti il modo in cui questo prestito funziona. Ora lo riproponiamo qui di seguito. L’esempio prevede che il prestito richiesto abbia un valore di 12.000 euro. Le spese istruttoria sono pari a 100 euro e la durata del prestito è di 72 mesi. L’importo della rata è pari a 220,52 euro con un tan fisso iniziale di 9,40 % ed un taeg iniziale di 10,79 % con un importo totale dovuto pari a 16.128,64 euro. Nel caso in cui tutte le rate vengano versate in tempo, il prestito Multipremia offre le seguenti possibilità. Dalla prima alla ventiquattresima rata il costo sarà di 220,52 euro, dalla venticinquesima rata alla quarantottesima il costo si abbassa 211,31 euro (con un abbassamento del tan e del taeg rispettivamente al 7,18 % e al 9,78 % ) mentre dalla quarantanovesima alla settantaduesima rata l’importo è pari a 206,59 euro (con un abbassamento del tan e del taeg rispettivamente al 4,95 % e al 9,54 %). L’importo totale dovuto in questo modo si abbasserà a 15.573,28 euro, che sono più di 500 euro in meno rispetto al quantitativo di denaro iniziale. Ovviamente tutto ciò sarà possibile se il cliente avrà rispettato al massimo la puntualità nei pagamenti delle varie rate.

Il prestito personale Multipremia ammette degli importi che partano dai 3000 euro sino ai 30000 e permette di rateizzare il denaro da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 84.

Una seconda tipologia di prestito personalizzato che Fiditalia mette a disposizione dei propri clienti prende il nome di Fidiamo. Anche in questo caso, come nel precedente, il massimo di denaro che può essere richiesto in prestito è 30.000 euro ed il minimo è sempre 3000. Le rate in questo caso partono invece da un minimo di 24 mesi (invece che di 36 come nel caso precedente) per arrivare poi anche qui ad un massimo di 84 mesi. Il piano della restituzione del denaro preso in prestito, tramite questa modalità, può essere concordato in base alle esigenze del singolo e dunque personalizzato. Vediamo ora insieme un esempio che Fiditalia porta sul suo sito in merito al prestito Fidiamo. Ponendo ad esempio che l’importo che si è preso in prestito è pari a 4.000 euro vediamo che, per 48 mesi, la rata da restituire sarà pari a 101, 22 euro con un tan fisso pari al 8,90 % ed un taeg al 12,43 %, per un importo totale dovuto che giunge alla cifra di 5.031,36 euro.

Una terza tipologia di prestito che Fiditalia propone ai propri clienti prende invece il nome di Unika. Il prestito personale Unika ha la principale caratteristica di estinguere in corso i finanziamenti e consente di chiedere una nuova liquidità e di versare mensilmente una sola rata. Vediamo ora insieme l’esempio che Fiditalia ci propone sul proprio sito per comprendere un po’ meglio nella pratica a cosa andiamo incontro se decidiamo di scegliere questa specifica modalità di prestito personale.

 Poniamo infatti il caso che il denaro residuo da restituire (di un finanziamento già esistente e che dobbiamo andare ad estinguere) sia pari alla cifra di 3.000 euro e che la rata mensile da pagare sia pari a 220 euro e poniamo anche che l’importo totale del credito che si richiede nel nuovo prestito con la modalità Unika è di 10.000 euro. Questi 10.000 allora saranno costituiti dai 3000 precedenti ancora da restituire e sommati ad altri 7.000 euro, che ovviamente rappresentano la nuova liquidità richiesta. La durata del finanziamento arriva sino a 65 mesi e prevede un taeg pari al 10,49 % ed un tan fisso pari all’8,90 %. L’importo totale dovuto invece equivale a 12.993,65 e l’importo della nuova rata a questo punto sarà pari a 196,41 euro.

Il caso che abbiamo preso ora in considerazione era quello in cui colui che richiede il prestito avesse già in corso un finanziamento da estinguere, ma vi è anche un secondo esempio relativo a chi possiede già due finanziamenti in essere e che con Unika ne può richiedere un terzo.

Queste sono tre tipologie di prestiti personali che Fiditalia propone, ovviamente per avere le idee più chiare in merito e per poter fare un piano adatto alle proprie esigenze specifiche ed il più personalizzato possibile è necessario informarsi in maniera diretta con l’ente al quale si desidera richiedere il prestito – che in questo nostro specifico caso è Fiditalia ma potrebbero essere in generale anche altri enti – per valutare tutti i pro ed i contro di un determinato tipo di offerte.

Per quanto riguarda Fiditalia è possibile chiaramente rivolgersi ai suoi consulenti anche online; sarà necessario infatti compilare un piccolo form che è possibile trovare sul sito, all’interno del quale sarà necessario inserire solamente nome, cognome, il numero del contratto, il proprio indirizzo email e scrivere in una sezione apposita l’argomento riguardo il quale si desidera avere delle informazioni maggiori o dei chiarimenti in merito a questioni non del tutto comprese.

Prestiti personali Fiditalia: come si calcola una rata?

Rispondere alla domanda “come si calcola una rata per un prestito personale?” nel mondo di internet non è più così complicato. Se fino a qualche anno fa era necessario recarsi direttamente nella sede dell’ente presso il quale si desiderava prendere il prestito e portare tutti i propri dati, oggi tramite internet, con due clic, è possibile fare un calcolo inserendo solamente l’importo del prestito che si desidera ricevere ed il numero delle rate con cui si pensa di poterlo estinguere. Ci verrà comunicata anche la percentuale del tan e del taeg. Ovviamente rivolgersi ad un consulente per valutare le proprie singole situazioni e specificità può risultare sempre una cosa conveniente, ma farsi un’idea da soli può essere sempre un punto di partenza in più per l’inizio di una buona trattativa.

Per fare degli altri esempi oltre a quelli che le tre metodologie di prestito che abbiamo in precedenza trattato ci hanno proposto sul sito, adesso andremo a calcolare insieme una rata ipotetica inserendo un importo desiderato in una sorta di grafico apposito che Fiditalia propone nel proprio sito ed indicando poi il numero di rate in cui si desidera restituire il denaro ricevuto. Se inseriamo un importo pari a 10.000 euro ed una rateizzazione pari ad 84 mesi, vediamo che la rata mensile sarà pari a 156,92 euro, il taeg sarà pari al 9,28 % ed il tan al 7,90 %. L’importo totale dovuto avrà dunque un valore di 13.471,68 euro.

Se lasciamo inserito lo stesso importo di prima ma modifichiamo il numero delle rate richieste, possiamo ben presto vedere che chiaramente si verificano dei cambiamenti all’interno del piano tariffario che stiamo andando a richiedere. Vediamo ora che cosa succede se l’importo rimane 10.000 euro mentre le mensilità diminuiscono, nel nostro caso, a 24 mesi. La rata da restituire mensilmente sarà pari a 456,34 euro, il tan sarà pari al 7,90 % (come era anche nel caso precedente) ed il taeg salirà invece al 10,20 % per un importo totale dovuto di 11.046,56 euro. Per quanto riguarda l’importo totale dovuto vediamo che ci sono più di 2.000 euro di differenza fra questa soluzione e quella che abbiamo preso in considerazione poco fa.

Chiaramente la convenienza di una soluzione rispetto ad un’altra dipenderà principalmente dalla condizione economica del singolo utente e dalle sue esigenze personali in quel preciso momento. Chiaramente si risparmierebbero più di 2000 euro se si decidesse di adottare la seconda opzione, ma non tutti coloro che richiedono un prestito potrebbero poi avere ogni mese la possibilità di restituire più di 450 euro. Ecco  che quindi potrebbe diventare migliore l’opzione precedente, seppur con 2000 euro di differenza sull’importo totale dovuto.

Questi sono tutti calcoli che ognuno deve fare in base alle proprie esigenze ed alle proprie tasche. Può essere molto pratico però valutare varie ipotesi sul sito di Fiditalia, in questo caso, andando a modificare, tutte le volte che lo si desidera, l’importo del prestito ed il numero delle rate mensili per vedere che cosa cambia fra un’opzione ed un’altra. Se si hanno delle difficoltà o comunque si preferisce parlare in maniera diretta con un consulente, sarà possibile farlo.

Oggi abbiamo visto insieme alcune tipologie di prestito che offre l’ente Fiditalia e le cui caratteristiche è possibile consultare tranquillamente online.  Quando si ha la necessità richiedere dei prestiti è sempre opportuno essere il più sicuri possibili ed aver valutato al meglio le varie opzioni disponibili, quindi è sempre bene, se si è indecisi in merito a qualche questione specifica, rivolgersi ad un consulente di fiducia, che sappia indirizzarci su quelle che sono le offerte più vantaggiose per le nostre tasche.

Info sull'Autore

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Ambrogia Zanoni 25 luglio 2018 at 07:28 - Reply

    Finanziamento per problemi famigliari

Lascia Una Risposta