Finanziamento tasso zero per giovani imprenditori: con SELFIEmployment prestiti agevolati fino a 50.000 euro

Pubblicato il 25 Nov 2015 - 3:01pm di Ubaldo Cricchi

A partire da gennaio 2016 i giovani under 30 che vogliono avviare un’attività d’impresa potranno accedere ad un finanziamento tasso zero fino ad un massimo di 50.000 euro grazie al contributo SELFIEmployment, un credito agevolato a sostegno dell’autoimprenditorialità e dell’autimpiego che con il fondo rotativo finanzierà i progetti di 4.200 giovani imprenditori.

SELFIEmployment, il finanziamento tasso zero per under 30

Il finanziamento tasso zero per giovani imprenditori può essere richiesto a partire dalla metà di gennaio 2016 per somme comprese tra i 5.000 e i 50.000 euro. Il prestito è destinato solo agli under 30 che sono iscritti a Garanzia Giovani e che daranno il via ad iniziative di autoimprenditorialità e autoimpiego. L’incentivo si chiama SELFIEmployment e si basa sul Fondo Rotativo Nazionale istituito dal Ministero del Lavoro e gestito da Invitalia, con un budget iniziale di 124 milioni. Il prestito verrà concesso a tasso zero e senza la necessità di presentare garanzie personali. Il Fondo è uno strumento finanziario rotativo, quindi potrà essere utilizzato per tutto il periodo di Programmazione 2014-2020.

SELFIEmployment è solo l’ultimo in ordine cronologico degli incentivi alla imprenditoria giovanile: lo strumento Smart&smart in un anno e mezzo ha aiutato 620 imprese innovative a vedere la luce; dal 13 gennaio 2016 debutterà anche Nuove Imprese a Tasso Zero, che potrà concedere finanziamenti fino a 1,5 milioni di euro. SELFIEmployment riesce ad integrarsi alla perfezione con questi strumenti perché è destinato a sostenere le iniziative di lavoro autonomo e di microimpresa, con impegni che sono decisamente meno rilevanti.

Prestiti agevolati per giovani imprenditori da 5.000 a 50.000 euro

Il Fondo è frutto della policy del Programma Garanzia Giovani e va ad affiancarsi alle iniziative di supporto all’avvio di start-up e imprese già attivate dalle Regioni. Alla conclusione del percorso di accompagnamento e formazione i giovani imprenditori vengono aiutati anche nella predisposizione del business plan che porterà all’avvio dell’attività. Le domande di finanziamento tasso zero per giovani imprenditori potranno essere presentate a partire da metà gennaio 2016; l’importo del prestito è variabile (minimo 5.000, massimo 50.000) e verrà concesso senza la necessità di presentare alcuna garanzia personale, con tasso d’interesse pari a zero e con piano d’ammortamento che può durare al massimo 7 anni.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta