Gatto Siberiano: prezzo, allevamento, carattere e altre caratteristiche

Pubblicato il 13 Mag 2017 - 11:34am di Ubaldo Cricchi

Quella del gatto siberiano è senza ombra di dubbio una tra le razza più famose ed amate del mondo felino: facciamo un riepilogo della caratteristiche fisiche e del carattere di questo bel micione (eh sì, è un vero e proprio gigante) e diamo un’occhiata al prezzo medio al quale sarà possibile acquistarlo presso un allevamento.

Origini e caratteristiche fisiche del gatto siberiano

La storia del gatto siberiano è molto lunga: si dice infatti che questa razza sia nata intorno all’inizio del secondo millennio, frutto di una selezione naturale (quindi non gestita dall’uomo) dell’incrocio tra il gatto selvatico della Siberia e i gatti domestici importanti dai coloni nell’area settentrionale della Russia durante il Medio Evo. In realtà le prime notizie documentate sul gatto siberiano risalgono al 1700, ma il suo sbarco in Europa occidentale avviene ufficialmente solo nel 1989. Il riconoscimento della razza da parte dell’Associazione Nazionale Felina Italiana è arrivata nel 1998.

Proprio per via delle sue origini e per essere il frutto di una selezione naturale, il gatto siberiano è un animale molto forte e massiccio, dotato di un mantello idrorepellente e di una pelle molto spessa che consente una migliore regolazione della temperatura corporea. In precedenza l’abbiamo definito micione perché stiamo parlando di un gatto di taglia grande, con i maschi che possono superare anche i dieci chili di peso, mentre le femmine difficilmente vanno oltre i 7 kg. Gli standard fanno riferimento ad una schiena arcuata, ad un torace arrotondato e a delle zampe massicce, potenti, con piedi rotondi; tra le dita è possibile notare dei folti ciuffi di pelo, la cui funzione è quella di non far sprofondare il gatto nella neve. Osservando il muso tondo spiccano i due occhioni leggermente ovali, il cui colore di solito varia dal verde all’ambra dorata (negli esemplari colorpoint gli occhi possono anche essere blu). Le orecchie sono di media grandezza, con peli lunghi all’interno e corti nella parte posteriore. La coda è molto larga nella parte iniziale e tende ad affusolarsi verso la fine.

Abbiamo già detto che il pelo è molto folto e idrorepellente (il sottopelo va a formare una sorta di criniera intorno alla testa dell’animale); aggiungiamo che tra i colori accettati oltre a quelli solidi nero, rosso e tartaruga ci sono il crema, il blu, il blucrema, le varietà smoke e silver e il Neva Masquerade (colorpoint). Il gatto siberiano è famoso anche per essere anallergico: nella sua saliva è presente pochissima proteina Fel D1, quindi leccandosi il pelo non scatena le reazioni allergiche che spesso costringono alcuni essere umani a rinunciare all’idea di prendersi un gatto (l’allergia infatti non è al pelo come di solito si crede, ma proprio a questa proteina contenuta nella saliva e che si deposita sul mantello del gatto quando questi si pulisce leccandosi).

Carattere, prezzo e allevamenti

Il gatto siberiano ha un’indole selvatica e anche se il programma di allevamento nel corso del tempo è riuscito ad addolcirlo un po’, il suo carattere è ancora indipendente. Questo però non significa che non sia in grado di legarsi profondamente al suo padrone umano, anzi: si affeziona molto alla famiglia e non gradisce molto la solitudine, ma per fargli formare un carattere più morbido e sociale è importante che stia a contatto con gli umani fin dai primi giorni di vita. È un animale molto attivo, ha bisogno di spazi, ma apprezza tantissimo anche le comodità e la tranquillità della casa. Il maschio sono più irruente e, se si ha un giardino, bisogna fare attenzione che non scappi: può allontanarsi da casa anche per diversi giorni. L’istinto predatorio è ancora molto forte in questo gatto, quindi chi ha altri piccoli animali dovrebbe fare attenzione che il suo micione non decida di giocare al cacciatore con loro.

Il pelo del gatto siberiano è molto resistente e non ha bisogno di particolari cure: è sufficiente spazzolarlo una volta a settimana con un pettine a denti larghi, aumentano la frequenza nei periodi di muta. Mangia senza problemi sia cibo fresco che confezionato e difficilmente va incontro a problemi di obesità. Un cucciolo di gatto siberiano acquistato da un allevamento ha un prezzo che si aggira tra i 500 e i 1.000 euro; i prezzi sono abbastanza alti perché i costi sostenuti per un allevamento secondo standard sono elevati. Per trovare l’allevamento più vicino a casa è sufficiente fare una ricerca su Google, scegliendo ovviamente solo tra quelli seri e riconosciuti.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta