Guardiani della Galassia Vol 2 con Chris Pratt e Bradley Cooper, diretto da James Gunn: recensione, trailer e commento

Pubblicato il 26 Apr 2017 - 10:04am di Francesco Salvetti

Arriva nelle sale il nuovo film Marvel di James Gunn con Chris Pratt e Bradley Cooper “Guardiani della Galassia Vol 2“: scopriamone la trama, con recensione e commento.

Star Lord, Gamora, Drax, Rocket e Groot sono tornati, ma dove li avevamo lasciati? Quelli che oggi identifichiamo come “Guardiani della Galassia”, nel precedente capitolo erano tutto meno che “Guardiani”. Ex criminali, ladri ora sono mercenari pronti a salvare la galassia dalle loro minacce.

Recensione di “Guardiani della Galassia Vol 2”

Oggi sono degli antieroi affermati e decisi in queste nuove vesti, ricevono richieste di lavoro da tutta la galassia. Tra i tanti, una regina gli ha richiesto la protezione di alcune batterie. Questo evento li porterà all’interno di una nuova folle avventura, che farà accrescere la squadra e chiarirà tanti elementi lasciati in sospeso dal precedente capitolo.

Aprile-Maggio si torna a parlare di Marvel. Originariamente è stata fissata una dead line per l’uscita di alcuni film, posizionati uno ogni 6 mesi così, dopo “Doctor Strange” di ottobre e in attesa di “Spiderman-Homecoming” (previsto per il mese di luglio) oggi il nuovo film di James Gunn è pronto per esser ammirato da tutto il mondo. Contro lo scetticismo di molti, nel 2014, il primo capitolo dei Guardiani riscosse, per la prima volta dopo tanto tempo per un cinecomic, un entusiasmante successo di critica e pubblico regalando per questa seconda avventura, un enorme attesa.

Con un cast talentuoso ma senza un nome ben affermato il regista si è lanciato nell’Universo cinematografico Marvel imprimendo il suo segno ben visibile anche in tutti i film successivi legati Ai fumetti di Stan Lee. Ma cosa veramente ha entusiasmato del primo film? La sceneggiatura, lo stile di regia e l’uso delle musiche. Andiamo per ordine.

Scritto dallo stesso Gunn, il primo film è stato un fiume in piena di battute travolgenti. È riuscito a bilanciare la narrazione con la comicità rendendo il prodotto finale ben strutturato e divertente al tempo stesso. Anche in questo secondo capitolo lo spettatore rivivrà la stessa sensazione ma con qualche piccolo miglioramento: non dovendo introdurre i protagonisti, ha giocato sul fatto che già erano conosciuti e quindi si è permesso di aumentare il livello di alcune battute e scambiare le dinamiche tra i vari attori. Questo mix attoriale e la relativa gestione dei tempi sulla scena, è stata una grande dote che il regista ha sempre avuto nel corso della sua carriera, sin dai tempi dei suoi esordi con “Super”. La riviviamo anche in questo film dove Chris Pratt, DaveBautista, Zoe Saldana e le voci di Bradley Cooper e Vin Diesel, vengono orchestrati bene. Ognuno ha la battuta o fa da spalla al collega, il tutto con varie inquadrature che offrono al pubblico una visione del film da più punti di vista.

Immancabile e protagonista è la musica. Se nel primo è stato uno dei motori che ha unito il team, qui è presente come fosse un nuovo elemento della squadra. Scelta con cura e ben inserita nella storia,regala maggiore esaltazione per lo spettatore, soprattutto in moltissime scene action. Oltre agli elementi precedentemente menzionati, un alto elemento che ha reso molto interessante questa nuova avventura è l’inserimento di più tematiche nel plot . In primis è presente la paternità(regalerà moltissime sorprese per il pubblico), l’amicizia euna sorellanza travagliata.

Avvertiamo che per la visione di questo film si consiglia vivamente di essere già consci del primo, ma soprattutto godetevi il personaggio di Baby Groot, dal lungo piano sequenza dei titoli di testa sino all’ultima scena. Confermiamo inoltre di rimanere seduti dopo i titoli di coda viste le 5 clip post credit.

Info sull'Autore

Laureando in Ingegneria Gestionale presso l’università di Tor Vergata, da sempre appassionato di cinema e inviato per eventi cinematografici per Corretta Informazione.

Lascia Una Risposta