Io prima di te, recensione e streaming video trailer italiano: trama e giudizio sul film con Sam Claflin ed Emilia Clarke

Pubblicato il 3 Set 2016 - 2:50pm di Francesco Salvetti

Arriva nelle sale l’attesissimo adattamento cinematografico di “Io prima di te“, omonimo romanzo di Jojo Moyes con Sam Claflin ed Emilia Clarke protagonisti. Vi proponiamo la nostra recensione, con trama e streaming gratis del video trailer in italiano.

Io prima di te, trama e streaming video trailer ufficiale

William Traynor è un intraprendente trentenne, operatore finanziario, dotato di tutte le caratteristiche che definiscono lo stereotipo dell’ uomo di successo: ricco, bello, brillante e pieno di belle donne. Questa vita scompare non appena una moto lo travolge, lasciandolo paralizzato per quasi tutto il corpo.

Louisa Clark è una ventiseienne ragazza di paese, cresciuta in una piccola comunità, dove a vent’ anni si è ritrovata costretta ad aiutare la sua famiglia con il lavoro, abbandonando i suoi studi.
A farli incontrare sarà la necessità di un lavoro da parte di Louisa e la mancanza di una badante da parte della famiglia Traynor; questo incontro permette ai due di scoprire quanto l’ amore è la benzina che ci permette di continuare a vivere anche di fronte a certe sfortune.

Di seguito potete guardare il video trailer in italiano, ufficiale, tramite lo streaming gratis di YouTube.

Il momento è arrivato, inizialmente programmato per l’estate 2015, dal primo settembre possiamo vedere nelle sale “Io prima di te”, diretto da The Sharrock e tratto dall’ omonimo romanzo di Jojo Moyes.

Recensione del film “Io prima di te”

La storia, precedentemente esposta, dalla visione del trailer in streaming è facilmente intuibile e il collegamento con il film “Quasi amici” è diretto, anche se durante la visione del film si evidenziano alcune differenze che il regista ha ben sottolineato.

A partire dal clima del film: la storia e la fotografia sono quasi fiabeschi. La narrazione, seppur ambientata in epoca moderna, ha il sapore della non realtà, evidenziata anche grazie a una fotografia sempre limpida e dei colori accesi, spesso sgargianti. Il bianco, ad esempio, è un colore che ritorna spesso durante l’ ora e cinquanta: all’inizio del film, poco prima dell’incidente; a metà, quando vediamo una svolta nella relazione tra i due e alla fine.

I soggetti e la loro voglia di vivere. Questa pellicola è nella categoria “Amore-malattia”, tendenzialmente per ragazzi e ideale per una coppia di fidanzati, un esempio ne è “Colpa delle stelle”, si differenzia dal precedente simile “Quasi amici” perché concentra la necessità di vivere sull’amore anziché sull’amicizia e sulle bellezze della vita, visto anche il filone di cui fa parte.

La colonna sonora è studiata per toccare le corde dell’emotività con tracce drammatiche, romantiche e malinconiche, tra queste segnaliamo “Thinking Out Loud” e “Photograph” di Ed Sheraan.

I personaggi sono caratterizzati nei limiti del genere in cui è inserito il film, non è necessaria una lunga e corposa introduzione bastano pochi accenni utili a comprendere lo status di entrambi. Sam Claflin, salito alla ribalta dopo alcuni ruoli in film per ragazzi, nell’interpretare Will Traynor si mette alla prova con la paralisi e un cinismo trasmessi da un volto espressivo, dove i momenti di tristezza contrastavano con l’enorme sorriso che esprimeva negli attimi felici.

Emilia Clarke è la bella Louisa, conosciuta al grande pubblico grazie alla serie “Il trono di spade”, per questo ruolo ha usato prevalentemente tre espressioni, caratterizzate dalle sue lunghe sopracciglia, con cui: o sorride, o è seria, o è triste.

Per entrambi gli attori non era questo il tipo di film dove si sarebbero espressi al meglio delle loro potenzialità, sicuramente si evince come possono dare di più, avendoci mostrato delle ottime basi.

Menzione speciale va a “Neville Paciock”: ritroviamo Matthew Lewis, l’attore che ha interpretato il famoso personaggio nella saga di Harry Potter, come fidanzato di Louisa. E’ curioso notare oggi la bravura di un attore come lui, che da bambino strappava grasse risate per la goffaggine, espressa molto abilmente nel ruolo dell’amico di Harry.

Info sull'Autore

Laureando in Ingegneria Gestionale presso l'università di Tor Vergata, da sempre appassionato di cinema e inviato per eventi cinematografici per Corretta Informazione.

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Gaia montanari 14 settembre 2016 at 22:37 - Reply

    E’ stati veramente importante ma anche sopratutto interessante questo tuo nuovo famoso filmetto molto carino e tanto divertente come te caro chicc e quindi e a dopo chicc mi rispondi t v b da gaiuccia ☁

Lascia Una Risposta