Mascherine FFP2 e FFP3 Anti Coronavirus: come usarle, vendita online, Amazon e in farmacia, prezzo e dove trovare quelle affidabili

Pubblicato il 20 Mar 2020 - 11:10am di Giacinta Carnevale

E’ trascorso quasi un mese da quando l’emergenza Coronavirus ha colpito anche in Italia e da quel momento è iniziata una vera e propria corsa alla ricerca delle mascherine FFP2 e FFP3 per potersi proteggere e, soprattutto, per proteggere gli altri dal contagio del Covid-19. 

>>> ORDINA SUBITO MASCHERINE E GEL DISINFETTANTE IN OFFERTA SPECIALE E SPEDIZIONE IMMEDIATA: CLICCA QUI <<<

Questo ha portato all’esaurimento delle scorte e moltissime farmacie italiane sono state costrette ad esporre cartelli per avvisare la clientela di averle terminate. Per questo motivo si è reso necessario spiegare alle persone quando è opportuno indossare le mascherine, quali sono le tipologie adatte riservate alla popolazione e quali invece quelle destinate agli ospedali o al 118. 

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza a riguardo parlandovi in particolare delle mascherine FFp2 e FFp3: come usarle, quali sono le loro caratteristiche principali, chi e quando è necessario indossarle. Inoltre scopriremo quanto costano e dove è possibile acquistarle online su Amazon e in farmacia.

Come e quando usare le mascherine FFP2 e FFP3 anti Coronavirus: ecco un breve vademecum

Ormai da circa una settimana sono molte le persone che anche in Italia hanno iniziato a usare mascherine, principalmente quelle chirurgiche, quando sono costrette ad uscire di casa per recarsi ad esempio a fare spesa o in farmacia per acquistare dei medicinali. Spesso si decide di indossarle spinti dalla paura e con la speranza di riuscire a proteggersi dal nuovo Coronavirus che sta dilagando sempre più velocemente in tutto il mondo. Tuttavia per quanto riguarda l’effettiva efficacia del loro utilizzo da parte della popolazione, sono sorti parecchi dubbi a causa di un’informazione poco chiara e spesso discordante tra le autorità sanitarie che stanno gestendo l’emergenza. Il parere dell’Organizzazione mondiale della sanità è quello di usare le mascherine solo nel caso in cui si ha il sospetto di aver contratto il virus oppure se si è in presenza di sintomi come tosse o starnuti.

Invece molti medici, tra cui quelli cinesi, raccomandano a tutti di indossarle a prescindere in quanto solo in questo modo è realmente possibile evitare e diminuire il contagio tra i cittadini. E allora come dobbiamo comportarci? Per prima cosa vi diciamo che secondo la scienza la mascherina va usata solo ed esclusivamente in tutti quei luoghi dove il virus è presente maggiormente e quindi la sua diffusione è elevata come ad esempio negli ospedali. Per questo medici ed infermieri, che sono a stretto contatto e curano i pazienti sono tenuti ad indossarle per tentare di ridurre il rischio di contagio. Lo stesso discorso vale per tutti coloro che si prendono cura delle persone malate e per chi presenta i sintomi del Coronavirus o che è risultato positivo al test del Covid-19.

Le cose invece cambiano quando ci si trova in luoghi dove la diffusione del virus è molto bassa ed il rischio di contagio è davvero minimo. In questo caso infatti la popolazione sana non è tenuta ad indossare le mascherine soprattutto se ci si trova a camminare all’aria aperta e da soli. Anche quando ci sono altre persone, se ci si tiene alla distanza consigliata di almeno un metro non serve proteggersi. Ovviamente se dobbiamo recarsi in un posto molto affollato dove non è possibile stare distanti e dove non sappiamo se sono presenti o meno persone contagiate o che non sanno di esserlo (come gli asintomatici), è invece opportuno prendere le dovute precauzioni e indossare le mascherine.

I diversi tipi di mascherine: le caratteristiche principali

Dopo aver fatto chiarezza su quando è necessario usare le mascherine, cerchiamo di scoprire quali sono le diverse tipologie ed i relativi gradi di protezione garantita e a quali categorie di persone sono riservate. Iniziamo con quelle che sono tra le più ricercate al momento: stiamo parlando delle mascherine FFP2 e FFP3. Ma in questo caso è necessaria fare un’ulteriore distinzione tra quelle con valvola e quelle senza valvola. Ecco quali sono le loro caratteristiche principali e chi deve indossarle:

  • FFP2 (con valvola): sono quelle mascherine indicate per gli ambienti di lavoro dove l’aria respirabile contiene sostanze dannose per la salute e in grado di causare alterazioni genetiche. Queste riescono solitamente a catturare il 94% delle particelle che si trovano nell’aria e possono essere usate quando il valore limite di esposizione raggiunge una concentrazione massima di 10 volte superiore. La presenza del filtro o valvola permette di evitare la formazione di condensa all’interno della mascherina e prolunga la sua efficacia rendendo meno faticosa la respirazione di chi la utilizza. Le maschere respiratorie FFP2 vengono utilizzate ad esempio nell’industria metallurgica o nell’industria mineraria. Per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus questa tipologia di protezione è riservata ai soccorritori in quanto sono i primi ad entrare in contatto con i contagiati;
  • FFP3 (con valvola): queste mascherine sono in grado di offrire la massima protezione possibile dall’inquinamento dell’aria respirabile, ossia riescono a catturare fino al 99% di particelle dannose per l’organismo come pesticidi, virus o amianto. Si usano quando il valore limite di esposizione raggiunge una concentrazione 30 volte superiore e sono ad esempio indossate da chi lavora nell’industria chimica. Per il Coronavirus invece sono riservate agli ospedali e in particolare al personale dei reparti di terapia intensiva che stanno a stretto contatto con i pazienti malati e positivi al Covid-19;
  • FFP2 (senza valvola): sono le mascherine che devono essere utilizzate dalle Forze dell’Ordine, in abbinamento ad occhiali e guanti monouso, solo nei casi di emergenza e ausilio ai soccorritori così da evitare il rischio di contagio tra loro. Inoltre possono essere indossate dai medici di famiglia e dalle guardie mediche,  quando devono visitare pazienti con sintomi o positivi al Coronavirus;

Ricordiamo poi che le mascherine FFP2 e FFP3 con valvola non devono essere indossate dai cittadini in quanto dal filtro fuoriescono le esalazioni e quindi si può diffondere il virus e aumentare così il rischio di contagio tra la popolazione. Inoltre questa tipologia di mascherine è solitamente monouso e garantisce la totale efficacia solo se utilizzata entro un certo limite di tempo. Dopo ogni utilizzo in luoghi altamente a rischio, le mascherine FFP2 e FFP3 vanno assolutamente gettate. Per essere utili, devono aderire bene al volto e devono essere acquistate solo nei rivenditori autorizzati. La loro durata varia dalle 6 alle 8 ore.

Come indossare correttamente le mascherine FFP2 e FFP3 per proteggersi dal nuovo Coronavirus

Come vi abbiamo detto nel precedente paragrafo, quando decidiamo di indossare una mascherina di tipo FFP2 o FFP3 è bene saper scegliere quella giusta da mettere e soprattutto è necessario indossarla e usarla nel modo giusto altrimenti si rischia di non essere protetti e averla è inutile. Prima di chiarire come indossare correttamente la mascherina, è opportuno ricordare che questa non basta a difenderci dal contagio da Coronavirus se poi non si rispettano tutte le altre indicazioni. Molte persone infatti quando hanno la mascherina si sentono già protette e il loro livello di attenzione si abbassa e si ritrovano ad esempio ad avvicinarsi troppo agli altri dimenticando di tenere il giusto metro di distanza, oppure si toccano più volte il viso magari proprio per sistemare meglio la mascherina. Questo non solo vi mette in serio pericoloso e rischiate di essere contagiati, ma rende completamente inutile l’utilizzo della mascherina.

Per questo vogliono ricordarvi alcune delle semplici regole che dovete assolutamente seguire se volete proteggervi dal possibile contagio del nuovo Coronavirus:

  1. Lavatevi spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni/gel a base alcolica;
  2. Evitate il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute o che mostrano sintomi come tosse o starnuti;
  3. Non toccatevi occhi, naso e bocca con le mani;
  4. Copritevi bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutite o tossite. Se non avete un fazzoletto usate la piega del vostro gomito.

Queste sono soltanto quattro delle indicazioni raccomandate dal Ministero della Salute e che sicuramente avrete già sentito molte volte in questi giorni ma è sempre bene ricordarle. Adesso cerchiamo di fare chiarezza su come devono essere indossate correttamente le mascherine, senza correre il rischio di trasformarle in veicolo di trasmissione del virus. Per prima cosa dovrete lavarmi accuratamente le mani con acqua e sapone o con una soluzione alcolica. Dopodiché va indossata prendendola dai due elastici che vanno messi dietro le orecchie e la mascherina dovrà coprirvi sia il naso che la bocca. In molti, non essendo abituati ad averla, tendono a toccarla e spostarla continuamente magari per riuscire a respirare meglio o prendere aria.

In questo modo però la mascherina (indipendentemente se di tipo FFP3 o FFP2) viene contaminata e diventa completamente inutili. Una volta indossata invece non dovrete più toccarla, se non per toglierla ma anche in questo caso dovrete farlo prendendola sempre dagli elastici laterali altrimenti rischiate di contagiarvi visto che la mascherina potrebbe essere contaminata da batteri e particelle pericolose. Come vi abbiamo già detto in precedenza, la mascherina è monouso e nel momento in cui diventa umida, dovete gettarla nell’indifferenziata e sostituirla con una nuova senza riutilizzarla. Una volta tolta è opportuno lavarsi nuovamente le mani. 

Mascherine FFP2 e FFP3 anti Coronavirus: prezzo e dove acquistare online e in farmacia

Oggi riuscire a reperire online e in farmacia le mascherine, in particolare quelle più efficaci come le FFP2 e FFP3, è diventata un’impresa davvero ardua e spesso si rischia di trovarle in vendita a prezzi esorbitanti perché molti ne approfittato e cercano in tutti i modi di guadagnarci. La stessa cosa era accaduta nelle scorse settimane anche per l’amuchina e per i gel a base alcolica il cui prezzo è lievitato a dismisura su internet. Tornando alle mascherine, nei giorni scorsi due colossi dell’e-commerce come Amazon ed eBay hanno ricevuto due istruttorie dall’autorità garante della Concorrenza e del Mercato che ha voluto vederci chiaro sull’aumento di annunci da parte di venditori esterni e sugli elevati prezzi delle mascherine messe in vendita da loro nei due siti.

E’ sempre bene verificare prima di fare qualsiasi acquisto online e soprattutto in questa situazione di emergenza in quanto le mascherine per essere efficaci devono riportare il bollino di certificazione. Perché oggi è molto facile imbattersi in articoli simili ma che in realtà non sono altro che pessime imitazioni che non vi proteggeranno dal contagio dal nuovo Coronavirus e rischiate solo di spendere i vostri soldi. Per questo motivo è sempre bene informarsi sul prodotto che si sta per acquistare così da andare sempre sul sicuro ed evitare anche le tantissime truffe che circolano oggigiorno sul web.

Ma qual è il giusto prezzo di una mascherina? Se parliamo di quelle chirurgiche, che sono in vendita anche nelle normali farmacie e parafarmacie, il costo si aggira intorno dai 2 ai 3 euro per i pezzi singoli. Nel caso in cui decidiamo di acquistare invece un pacco contenente più mascherine, il prezzo vai dai 20 ai 60 euro massimo (in base a quanti pezzi ci sono all’interno della confezione). In questo caso su Amazon è possibile acquistare un pacco da 50 mascherine chirurgiche monouso in polipropilene a 3 strati pagando solo 27,78 euro oppure 22 euro.

Per quanto riguarda invece il prezzo normale di una mascherina protettiva FFP3 dotata di filtri, questo si aggira intorno ai 10 euro. In realtà però girando nei siti di farmacie online è facile imbattersi in mascherine in vendita al costo di 19,80 euro, come ad esempio le FFP2 certificate con valvola a marchio Lifeguard. Su Amazon invece si possono trovare mascherine di questa tipologia in confezioni da 20 al costo di 59,95 euro oppure pacchi da 5 in vendita a circa 26,20 euro.

>>> CLICCA QUI E SCOPRI LE MASCHERINE E IL GEL DISINFETTANTE IN OFFERTA SPECIALE CON SPEDIZIONE GRATUITA E IMMEDIATA <<<

Infine un consiglio che vogliamo darvi quando fate un ordine online e in particolare su questi importanti siti di e-commerce, è quello di verificare – una volta che vi consegnano il pacco – se la confezione in cui sono riposte le mascherine è intatta o meno.

Nel caso in cui vi arrivino sfuse, come è accaduto realmente a moltissime persone, è opportuno gettare le mascherine in quanto non saranno in grado di garantirvi alcuna protezione perché ormai sono state contaminate e rischiate solo di essere contagiati dal nuovo Coronavirus anche solo toccandole. Per questo ribadiamo ancora una volta l’importanza di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone, anche prima di indossare le mascherine protettive.

Info sull'Autore

Giornalista pubblicista, la mia passione per la scrittura nasce fin dai tempi del liceo. Attualmente scrivo di Cinema, Spettacolo, Musica e Moda e Cultura per CorrettaInformazione.it. Amo il calcio, la musica, le serie tv ed il cinema.

Lascia Una Risposta