Maturità 2016, novità esami: data e commissione interna, addio ai professori esterni?

Pubblicato il 5 Set 2015 - 2:11pm di Francesco Magnanimi

Mancano 10 mesi alla Maturità 2016, ma è gia ansia fra gli alunni. Quali novità stravolgeranno gli esami? Addio ai professori esterni? La commissione interna è meglio? E’ stata già fissata la data di inizio, scopriamo il calendario ed i cambiamenti che si devono aspettare i ragazzi di quinta superiore dell’anno scolastico 2015/2016.

Maturità 2016 novità commissione

Commissione interna: è ora di dire addio ai professori esterni?

La paura degli insegnanti provenienti da altre scuole è sempre stata una costante dell’Esame di Stato. Una volta saputi i nomi, anche con l’aiuto dei propri professori si cercano di acquisire informazioni sulle caratteristiche di chi verrà a completare la commissione, cosa gradisce e cosa non sopporta… insomma, qualunque cosa.

La Legge di Stabilità ha in cima ai propri propositi riguardo la scuola l’abolizione degli insegnanti esterni, e sembra che la Maturità 2016 sia destinata a questa novità. L’esame orale verrebbe sostenuto davanti a una commissione composta esattamente dagli stessi professori che hanno accompagnati durante la propria crescita nei cinque anni di scuola i ragazzi, fatta eccezione per il presidente che sarebbe comunque esterno. Molti i sorrisi fra i maturandi, ricchi di speranza che tutto ciò possa accadere davvero per avere una preoccupazione in meno.

Ricordiamo le dichiarazioni del Ministro che l’anno scorso commentò così: “questa disposizione, essendo intervenuta ad anno scolastico avviato, non può che trovare piena applicazione a partire dall’anno scolastico 2015-2016, mediante l’adozione del prescritto decreto”.

Novità e data della prima prova, la Maturità 2016 è gia fissata

Non è ancora iniziato l’anno scolastico ma è già stata comunicata la data della prima prova, lo scritto di italiano. Si inizierà il 22 Giugno, a seguire con ogni probabilità si sosterrà la seconda il 23 e la terza il 27. Pochi giorni dopo, inizieranno gli orali.

Ma la commissione non è l’unico aspetto dell’esame che potrebbe cambiare con la Maturità 2016. Alcune indiscrezioni suggeriscono un possibile inserimento della tanto contestata prova Invalsi come quarto esame scritto da sostenere, e ci potrebbero essere novità riguardo la tesina che con il passare degli anni ha perso sempre più importanza: adesso non è che un minimo dettagio dell’esame che si concentra maggiormente sugli argomenti scelti dai professori.

Dunque tanti possibili cambiamenti anche questo anno, a ragazzi e professori non resta che aspettare le prossime dichiarazioni provenienti dal Ministero dell’Istruzione sperando che le eventuali novità vengano annunciate con un buon preavviso.

Info sull'Autore

Nato a Roma, mi sono diplomato al Liceo Classico e studio Scienze della Comunicazione. Classe 1997, mi piace scrivere di sport e tecnologia ma interessarmi anche di altri ambiti come quello politico.

2 Commenti finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Enrico 9 ottobre 2015 at 10:31 - Reply

    Vergogna !!!! Commissioni interne solo per risparmio…il voto di maturità tornerà ad avere ruolo marginale nei colloqui di assunzione per i maturandi…chi a scuola ci lavora si sa che si comincia ad abituare i ragazzi alle prove di esame già dalla classe terza..è vergognoso e irrispettoso per tutti l’inserimento della prova invalsi ad ANNO SCOLASTICO GIÀ INIZIATO!!!…e comunque la legge di stabilità verrà approvata tra poche settimane o mesi..con lo stesso ragionamento della ministra le novità dovranno essere prorogate all’a.s. prossimo in quanto il presente a.s. è già iniziato e non c’è ancora nulla di ufficiale..

  2. Maria 9 novembre 2015 at 23:26 - Reply

    Non ascoltate enrico, ma specialmente non fatevi incantare dalle sue parole! Sono convinta che, è corretto avere una commissione interna. Non è giusto dopo 5 anni studiati in un metodo, all esame ci si arriva con l’ ansia e non perché non si è preparati, bensì dalla paura che qualcosa va male. Ricordiamoci che esiste l università per continuare gli studi. Concludo che sono diplomata e ho affrontato giorni con tachicardia, spero che viene abolita la commissione esterna per i nuovi giovani che ogni giorno lottano per un titolo di studio ed entrare nel mondo del lavoro, mondo già pieno di difficoltà non mi sembra corretto mettere altre complicazioni.
    Sperando sempre al miglioramento e non al peggioramento, vi auguro buona fortuna maturandi.
    Maria.

Lascia Una Risposta