MyTim Fisso: accesso, login con numero di telefono, registrazione, elenco fatture, come fare se non funziona

Pubblicato il 17 Nov 2019 - 5:25pm di Beatrice Tominic

Tim, che aveva creato una propria app per monitorare il proprio numero telefonico mobile con tutti i suoi annessi e connessi, ha pensato che fosse il caso di estendere questa funzionalità con un’app chiamata My Tim Fisso.

Chiunque abbia come gestore telefonico Tim sia per il telefono fisso che per quello mobile si troverà a poter amministrare e a tenere sotto gli occhi entrambi tramite una unica applicazione, un unico profilo di accesso con gli stessi dati di login: un valido aiuto digitale in un mondo cartaceo di bollette.

I vantaggi, infatti, non sono soltanto organizzativi. Chiunque voglia può scegliere di agire e visionare i pagamenti soltanto tramite applicazione My Tim: ciò non soltanto vi farà risparmiare la carta delle fatture, strizzando l’occhio alla cura e alla salvaguardia ambientale, ma anche i 2, 50 euro di spedizione delle stesse fatture cartacee che verrebbero aggiunte in bolletta, aiutando, su lungo periodo, i vostri portafogli. Questo è soltanto uno dei tanti servizi che possono essere rimossi o aggiunti a seconda delle proprie preferenze attraverso la app di My Tim, in particolare My Tim Fisso. Per scoprire ulteriori servizi e conoscere nuove informazioni, basta entrare nella propria area riservata: scopriamo quindi come accedere, effettuare il login, registrarsi, visionare l’elenco di tutte le fatture e cosa fare quando si ha difficoltà anche soltanto ad accedere al servizio.

MyTIM Fisso: registrazione, accesso e login con numero di telefono

Accedere alla My Tim Fisso è davvero molto semplice: come per ogni applicazione o, comunque, qualsiasi portale con annessa area riservata, è possibile inserire il proprio username e la propria password.

Il primo accesso, infatti, andrà effettuato dal sito di Tim attraverso il proprio pc con connessione fissa tramite il quale il consumatore e utente dovrà registrarsi con una propria e- mail. Dopodiché, una volta riconosciuta, occorrerà accedere tranquillamente dall’app con un nuovo nome utente e la propria e- email per arrivare alla pagina di My Tim Fisso da cui sarà possibile visionare la bolletta, i consumi e qualsiasi servizio attivo o da attivare. Nel caso in cui, però, prima di essere titolari di una propria linea fissa di Tim, foste già in possesso di un numero mobile, anche il primo accesso avverrà in automatico nella vostra app in cui verrà aggiunta la possibilità, una volta entrati nella home, di scegliere quale visionare nella propria area riservata fra le due o più linee telefoniche dello stesso intestatario.

Nel caso in cui lo stesso consumatore e utente utilizzasse Tim come gestore di telefonia mobile, cioè anche per il proprio smartphone, e in entrambi i casi fosse intestatario dei contratti di telefonia, sia mobile che fissa, sarà in grado di ottenere nuovi vantaggi organizzativi. Sarà possibile, infatti, visionare e gestire bollette, consumi e servizi di entrambe le reti telefoniche, fissa e mobile, direttamente dalla applicazione per smartphone.

Scaricabile sia da Google Play per i dispositivi Android che da Apple Store per quelli iOs di Apple, l’applicazione di My Tim permette di selezionare fra la lista di numeri intestati allo stesso cliente e utente il proprio numero fisso e di visionare tutti gli optional dalla propria area riservata.

Dalla propria area riservata di My Tim Fisso è possibile vedere ogni servizio e ogni movimento riguardante il proprio numero di telefonia fisso: dal dettaglio dell’offerta alla data di attivazione comprendendo anche le opzioni aggiuntive scelte e i prodotti accessori acquistati con la nuova offerta per la propria linea fissa; il numero stesso  della linea in questione e il prezzo della bolletta dell’ultimo mese o, se si preferisce, visionare tutte le bollette dei mesi precedenti fino, ovviamente, alla pagina home da cui sarà possibile, eventualmente, scegliere di tornare a visionare la pagina riservata al proprio numero di telefonia mobile.

Per quanto riguarda l’applicazione generalmente l’accesso è davvero semplice: come spesso accade, infatti, è possibile salvare il proprio username e la password per avere un accesso veloce garantito. L’esistenza di questo potente servizio, però, non azzera le possibilità di accedere e di godere dei vantaggi di My Tim Fisso direttamente dalla pagina di internet del vostro browser di fiducia.

Se non si utilizza l’app per entrare nella propria area riservata occorrerà aprire il proprio browser, uno dei più utilizzati potrebbe essere Google o Safari e cercare My Tim. A questo punto, dopo aver cliccato sul link che ci interessa, ci troveremo nella home page di My Tim. Per accedere alla propria area riservata innanzitutto occorrerà scegliere la modalità tramite la quale volete entrare nel vostro My Tim Fisso. Da una parte potrete spuntare l’opzione “accesso con username e password” per accedere in maniera canonica inserendo, appunto, il vostro username Tim e la vostra password (anche in questo caso, però, va fatto presente che esiste la possibilità di restare connessi per più settimane senza dover digitare nuovamente i dati), dall’altra potrete scegliere, qualora vi troviate a casa vostra e foste connessi al vostro modem e, quindi, vi trovaste ad utilizzare per navigare in internet la linea di Tim i cui dettagli saranno presenti sul vostro My Tim Fisso, l’opzione tramite cui potrete entrare con “accesso veloce alla sola linea da cui navighi”. In questo caso, però, in genere avrete la possibilità di visionare entrambe le linee telefoniche a voi intestate nel caso in cui foste intestatari anche di una linea mobile e quindi, prima di visionare la vostra area My Tim Fisso, dovrete compiere un ulteriore step.

Elenco delle fatture con My Tim Fisso

Come abbiamo visto in precedenza, l’applicazione di My Tim Fisso risulta essere un vero investimento sia per la gestione della propria linea telefonica fissa che per il risparmio di tempo, di spazio e di denaro. Una volta entrati nella propria area riservata, infatti, oltre a visionare l’offerta a cui si è aderito, si potrà prendere visione di tutti i vantaggi del servizio, dei servizi accessori di cui è possibile eventualmente servirsi come TIMVISION o NOW TV, ma anche e soprattutto si potranno consultare le fatture telefoniche. Scegliendo la visione digital, tramite area riservata nel sito Tim o con questa rivoluzionaria app My Tim Fisso e, di conseguenza, rinunciando alla propria fattura cartacea, il cliente e utente risparmierà in ogni bolletta 2, 50 euro i quali erano destinati alle spese di spedizione della fattura materiale.

La versione digitale tramite My Tim Fisso non ha comunque nulla da invidiare a quella cartacea tradizionale. Una volta effettuato il login nelle modalità che abbiamo espresso nel paragrafo precedente, il cliente e utente si troverà, una volta entrato specificatamente nella sezione dedicata alla propria linea fissa e, quindi, in My Tim Fisso, si troverà davanti ad una home page. Al centro della pagina troverà in alto il nome dell’offerta a cui ha aderito sotto al quale saranno presentate le caratteristiche principali (che potrebbero essere, per esempio, il costo delle telefonate al minuto con o senza scatto alla risposta e le specifiche su internet come  “chiamate a 19 cent./ minuto e 19 cent. Di scatto alla risposta verso…” sotto all’icona della cornetta telefonica e “internet veloce XDSL” sotto a quella dei cavi del modem nel caso della TIM CONNECT XDSL); in alto il numero stesso della linea fissa a sinistra e la quota da pagare mensilmente a destra; le icone di diversi colori per i servizi specifici in basso e, infine, ancora più giù le icone delle varie sezioni da poter visionare in My Tim. Cliccando sul simbolo dell’euro, sarà possibile non solo visionare la quota di importo di ogni fattura mensile, ma anche tutte le fatture già pagate.

Nella cosiddetta sezione “le mie fatture”, infatti, si troverà per prima la bolletta corrente o dell’ultimo mese, e poi, scorrendo verso il basso, tutte le precedenti. Per ognuna si potranno vedere il mese e l’anno a cui corrisponde; il numero della fattura; il periodo che va a coprire il servizio di telefonia fisso; la scadenza del pagamento, il suo importo, lo stato e il metodo stesso con cui si è pagato ogni bolletta.

SOS My Tim Fisso: come fare se non funziona?

Spesso capita che vi siano dei problemi per il corretto funzionamento della applicazione My Tim Fisso. Se questi ultimi generalmente sono relativi al login nella stessa area riservata e possono derivare da dimenticanze di username o password facilmente sanabili, ne esistono alcuni la cui soluzione può sembrare, se non anche essere, più difficoltosa. Per questa ragione il sito di My Tim Fisso ha creato una sezione apposita, proprio come esistono quelle per visionare le offerte, i prodotti e la “smart life”, dedicata all’assistenza.

Una volta entrati nella propria area si potrà cliccare su questa sezione apposita e cercare la soluzione al problema. Nel caso in cui dovessero persistere i mal funzionamenti, si potrà provare a contattare telefonicamente Tim.

Info sull'Autore

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Valentina 24 Novembre 2019 at 14:00 - Reply

    Molto esaustiva!!

Lascia Una Risposta