NBA 2015/2016, inizia la nuova stagione con Cavs e Warriors favoriti: calendario, novità e possibili sorprese

Pubblicato il 27 Ott 2015 - 3:48pm di Ubaldo Cricchi

Ricomincia la NBA: questa notte Chicago-Cleveland darà inizio alla stagione 2015/2016, che porterà con sé qualche novità relativa al regolamento; gli appassionati del basket americano non vedevano l’ora di poter ammirare nuovamente i loro beniamini, con gli esperti del settore che prevedono un altro duello tra i Warriors di Curry e i Cavaliers di LeBron James, ma non sono da escludere soprese!

Le novità: stop alle classifiche di Division

Si parlava di novità in NBA: la più importante riguarda l’accesso ai playoff. L’accesso alla fase ad eliminazione non verrà più determinato dalle classifiche di Division, ma dalla classifica totale, dove verranno individuate le migliori otto squadre di ogni Conference. Non ci sarà più il divieto per il fallo sistematico commesso sull’avversario che ha una pessima percentuale nei liberi (il cosiddetto hack-a-Shaq): la casistica riguardava troppi pochi giocatori (Jordan dei Clippers e Howard dei Rockets in particolar modo) per creare una regola specifica.

Warriors e Cavs ancora favoriti, occhio a Clippers e Spurs

I favoriti, come in tutte le manifestazioni sportive, sono i campioni in carica: i Golden State Warriors possono sempre contare sugli Splash Brothers (Thompson e Curry) e la partenza di David Lee (andato a Boston) non dovrebbe incidere troppo al potenziale di coach Kerr sotto le plance. Nel listone dei candidati al titolo non possono non figurare i Cavs: l’anno scorso arrivarono in finale trascinati da un maestoso LeBron, quest’anno i tifosi di Cleveland sperano che Irving e Love possano dare un maggiore contributo.

Ad Ovest i Clippers di Griffin e Paul vengono indicati come i più forti, soprattutto ora che possono contare anche su un uomo di grande esperienza come Pierce. Vanno tenuti d’occhio anche i San Antonio Spurs: la bandiera Duncan sotto canestro verrà affiancato da West e un fuoriclasse del basket come Aldridge. E guai a trascurare Oklahoma City: Kevin Durant è un campione che da solo può spostare gli equilibri.

Tra Chicago, Atlanta, New Orleans e Minnesota (un po’ indietro Dallaz e Memphis) potrebbe venir fuori qualche lieta sorpresa. Stagione senza grandi ambizioni per due grandi nobili come Lakers e Celtics: a Los Angeles si deve iniziare a pensare all’era post-Bryant (che comunque è pronto a rientrare e a dare il suo immenso contributo ai gialloviola), mentre la squadra di Boston si accontenterebbe di centrare i playoff.

Gli italiani in NBA: Gallinari leader, Bargnani in cerca di riscatto

italiani nbaCapitolo italiani: quest’anno si parte con un azzurro in meno (Datome è tornato in Europa: giocherà in Turchia con il Fenerbahce), ma Belinelli, Bargnani e Gallinari sono pronti a fare una grande stagione. Nuove avventure per Blinelli (passato dagli Spurs ai Sacramento Kings) e Bargnani (che rimane a New York, trasferendosi dai Knikcs ai Nets), con il secondo che vuole cancellare l’etichetta di delusione che finora lo ha accompagnato nella sua esperienza oltreoceano. Gallinari invece è pronto a riprendersi il ruolo di leader dei Denver Nuggets: le Pepite sapranno far divertire con il Gallo, Chandler e Faried (senza trascurare il rookie Mudiay).

Il calendario della nuova stagione 2015/2016

La nuova stagione NBA, come detto inizierà stanotte, ma il calendario della stagione prevede un Natale all’insegna dello spettacolo, con il big match tra Golden State e Cleveland (rivincità delle ultime Finals) che si giocherà proprio la sera del 25 dicembre; un paio di ore prima si disputerà anche il derby di Los Angeles tra Lakers e Clippers. Per conoscere ogni dettaglio sul calendario, i roster delle franchigie e le novità regolamentari la migliore fonte di informazioni è senza dubbio il sito ufficiale della National Basketball Association.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta