Notte di San Lorenzo 2015 a Roma, ecco cosa fare nella Città Eterna

Pubblicato il 10 Ago 2015 - 1:46pm di Lorenzo D'Ilario

Stelle cadenti previste ben oltre la notte del 10 agosto. Roma è pronta con i suoi luoghi suggestivi ad accogliere chi vorrà trascorrere la notte di San Lorenzo 2015 nella città eterna.

notte di san lorenzo

Mi domando se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua” si chiedeva il celebre Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry. Quale momento migliore della notte di San Lorenzo per andare alla ricerca della propria stella ed esprimere un desiderio alla vista della scia luminosa di una meteora? Quest’anno potremo godere delle condizioni ideali per contemplare il cielo stellato visto che la Luna ha deciso di farsi da parte: il doppio plenilunio del mese scorso (a luglio è stata “piena” per ben due volte, evento rarissimo chiamato Luna blu) permetterà di avere un cielo “libero” dalla luce del nostro satellite.

Notte di San Lorenzo 2015, picco di stelle cadenti tra il 12 e il 13 agosto

Non si spaventino i ritardatari: quella del 10 agosto è solamente una data convenzionale (la notte di San Lorenzo è tradizionalmente associata al fenomeno delle stelle cadenti, considerate evocative dei carboni ardenti su cui il santo fu martirizzato) e lo sciame meteorico delle Perseidi dovrebbe raggiungere l’apice nella notte tra il 12 e il 13 agosto. L’ora migliore per vedere il maggior numero possibile di stelle cadenti è prima dell’alba ma non è affatto necessario passare nottate in bianco o anticipare la sveglia ad orari improponibili: gli eventi più spettacolari sono concentrati attorno alla mezzanotte, quando l’intensità delle scie luminose è più elevata perché le traiettorie sono più radenti all’atmosfera terrestre. Nonostante l’inquinamento luminoso tipico delle grandi metropoli non la renda un punto strategico per osservare le stelle, Roma rimane una delle città più suggestive e romantiche per esprimere sogni e speranze. Con i suoi 130 metri di altezza, uno dei posti più affascinanti della Capitale è la terrazza dello Zodiaco, nelle cui immediate vicinanze è situato – non a caso – l‘Osservatorio Astronomico. Se invece, oltre al cielo stellato, si desidera ammirare il panorama mozzafiato dell’intera città è il Gianicolo a farla da padrone. Non mancano, infine, parchi e ville dove distendersi su un prato con la testa all’insù: da Villa Borghese a Villa Ada, passando per il Parco degli Acquedotti e Villa Doria Pamphilj.

Info sull'Autore

Lascia Una Risposta