PES 2017: data di uscita ufficiale, novità, rumors e foto del nuovo videogame

Pubblicato il 11 Ago 2016 - 7:07pm di Ubaldo Cricchi

Tra pochi giorni inizieranno tutti i principali campionati di calcio: la cosa non coinvolgerà solo i calciatori “reali”, ma anche i loro cloni virtuali; pure quest’anno ci sarà la classica sfida tra i videogiochi di EA Sports e Konami, ma in questo articolo ci occuperemo delle ultime novità che riguardano Pes 2017, con gli ultimi aggiornamenti sulla data di uscita ufficiale del gioco e della demo, i rumors sulle licenze, le foto e i video.

Data di uscita ufficiale e demo del nuovo videogame Konami

La data di uscita ufficiale è già nota da un po’, visto che il gioco sarà disponibile a partire dal prossimo 15 settembre; c’è quindi da aspettare ancora un po’, ma gli appassionati della saga di PES non stanno più nella pelle, visto che tra pochi giorni ci sarà il Gamescon (17-21 agosto 2016), evento durante il quale Konami farà degli annunci importanti. Innanzi tutto verrà chiarito quando sarà disponibile la demo di PES 2017: il management della software house nipponica ha fatto sapere che la versione di prova su cui i gicatori potranno metter le mani sarà identica al gioco definitivo, anche perché PES 2017 dopo Ferragosto sarà già in fase gold. Non si sa ancora con quali squadre sarà possibile giocare nella demo, ma secondo le indiscrezioni si potranno usare il Barcellona, il Flamengo, l’Atletico Madrid, il Boca Juniors, il Corinthians, il River Plate, la Germania e la Francia.

I rumors sulle licenze

E a proposito di squadre, Konami ha deciso di intraprendere una nuova strada sul versante delle licenze. Negli ultimi anni molti hanno preferito giocare con il rivale di sempre, FIFA, proprio perché non sopportavano l’idea di vedere (giusto per citare qualche esempio) il Merseyside Red al posto del Liverpool o il Sansagiulo al posto del Sassuolo. Il manager Adam Bhatti ha chiarito che Konami non parteciperà più ad aste milionarie per l’aggiudicazione delle licenze dei vari campionati, ma punterà alla creazione di partnership direttamente con i club. Dell’accordo con il Barcellona se ne parla già da un po’ (la comparsa della scritta PES 2017 sui cartelloni pubblicitari del Camp Nou durante la sfida del trofeo Gamper tra Barça e Fiorentina è una dimostrazione pratica della partnership), ma nei prossimi giorni verranno svelate le nuove squadre che si legheranno al titolo giapponese. Mentre sono ormai certi i passaggi di Manchester United e Bayern Monaco sotto l’ala esclusiva della EA Sports e ci sono ancora dubbi sul Real Madrid (che su PES dovrebbe comunque comparire grazie all’accordo con la Uefa per l’esclusiva sulla Champions League), i rumors parlano di una nuova partnership con un’altra squadra inglese (tra gli altri circola anche il nome del Leicester di Ranieri). La nuova strada intrapresa da Konami si rivelerà una scelta vincente?

Aggiornamenti delle rose e nuovi trofei e obiettivi

Un altro aspetto che non era andato giù ai giocatori dei precedenti capitoli di PES era il mancato aggiornamento delle rose: l’anno scorso gli update relativi ai trasferimenti dei calciatori arrivarono in nettissimo ritardo, ma quest’anno Konami ha già fatto sapere di aver imparato la lezione e di essere intenzionata a rimediare agli errori del passato. Bhatti ha affermato che ci sarà un aggiornamento delle squadre proprio al day-one (che, ricordiamo ancora una volta, sarà il 15 settembre) e in seguito gli update avranno cadenza settimanale. Non si parla solo di eventuali trasferimenti, ma anche dei cambiamenti su statistiche e stati di forma dei giocatori.

Altre indiscrezioni di queste ore riguardano i nuovi obiettivi e trofei che potranno raggiungere coloro che giocheranno a Pro Evolution Soccer sulle console Sony e Microsoft: ovviamente si parla di leak, quindi non di notizie ufficiali. Tra i nuovi obiettivi e trofei pare che ci saranno il Comeback King (vincere una partita dopo essere stato sotto di tre gol), il Possessive Streak (avere il possesso palla per il 65% della durata della partita), il Super-Sub (un subentrato dalla panchina realizza un gol), il World Class (segnare un gol su azione da almeno 35 metri), The Sniper (segnare su calcio di punizione da almeno 30 metri), il Phantom Striker (segnare un gol con un difensore), l’Impregnable Front (subire almeno 20 tiri in porta mantenendo la rete inviolata), il Final Twist (rimontare il risultato e vincere nei tempi addizionali).

PES 2017: foto e novità del nuovo capitolo

Per quanto riguarda le novità a livello di gameplay ci siamo già espressi nei giorni scorsi; l’hashtag scelto da Konami per accompagnare la sua simulazione calcistica dice tutto: #ControlReality fa capire che gli sviluppatori hanno cercato di rispondere alle richieste di maggiore realismo avanzate dai giocatori che negli ultimi anni non hanno gradito troppo la vocazione arcade del titolo. Ci saranno miglioramenti quindi per quanto riguarda le dinamiche dei passaggi, il controllo di palla (ogni giocatore avrà la sua tecnica di portare avanti la sfera), l’abilità dei portieri, l’adattamento dinamico dell’intelligenza artificiale e così via. Anche per gli appassionati del comparto grafico sono previste novità interessanti, visto il miglioramento del motore grafico Fox Engine, sempre più puntato al fotorealismo. Il prezzo di PES 2017 varierà tra i 39,90 e i 69,90 euro a seconda della piattaforma (la versione per PC è la più economica).

pes 2017 foto

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta