Preparazione Ecografia Addome Completo: dieta e cosa mangiare, ecco i cibi consentiti

Pubblicato il 14 Feb 2017 - 9:58am di Ubaldo Cricchi

L’esame che viene richiesto quando si devono valutare in modo migliore le patologie che interessano questa specifica parte del corpo è l’ecografia addome completo; vediamo rapidamente in cosa consiste e qual è la giusta preparazione da seguire prima di sottoporsi a questo esame dando un’occhiata particolare alla dieta: cosa si può mangiare? Ecco la lista dei cibi consentiti.

Cos’è l’ecografia addome completo: a cosa serve e come si svolge

L’ecografia dell’addome completo è una metodica diagnostica non invasiva: una sonda viene appoggiata sulla pelle del paziente e sfruttando gli ultrasuoni consente di visualizzare gli organi dell’addome e i principali vasi sanguigni della zona. Questo esame permette al medico di studiare il fegato, i reni, il pancreas, la milza, le vie biliari, la cistifellea, la vescica, l’aorta e gli organi genitali interni; in questo modo è possibile avere un’immagine dello stato di salute degli organi del paziente in caso di patologie che interessano l’addome.

L’ecografia dell’addome completo di solito ha una durata che si aggira tra il quarto d’ora e la ventina di minuti; sulla pelle del paziente (sdraiato a pancia in su) viene applicato un gel che permette la trasmissione in profondità degli ultrasuoni; il medico durante l’esecuzione dell’ecografia può chiedere al paziente di trattenere il respiro o di cambiare posizione per poter esaminare meglio alcuni organi. Si tratta di un esame non invasivo ed indolore: si può sentire del fastidio solo quando la sonda passa su un’area infiammata, ma non ci sono controindicazioni e chiunque può sottoporvisi. È di fondamentale importanza la preparazione all’ecografia dell’addome completo, infatti ci sono alcuni aspetti di cui il paziente deve tenere conto.

La preparazione e la dieta: cibi consentiti e alimenti da evitare

Viene consigliato di presentarsi all’appuntamento per l’esame con la vescica piena: si può urinare circa un’ora prima dell’esame, ma poi bisogna bere a piccoli sorsi almeno un litro di acqua naturale (non è permesso bere bevande gassate), trattenendo l’urina fino al termine dell’ecografia; le persone con problemi renali o cardiorespiratori e coloro che per altri motivi non possono assumere grosse quantità di liquidi in così breve tempo devono astenersi dall’urinare nelle 4/6 ore precedenti all’esame, bevendo secondo le loro normali abitudini quotidiane.

E poi bisogna prestare molta attenzione alla dieta: è importante che al momento dell’ecografia dell’addome completo il tratto digerente sia il più possibile libero da contenuti solidi e gassosi. Nei due giorni che precedono l’esame il paziente deve seguire una dieta povera di scorie: da evitare assolutamente gli alcolici, le bevande gassate, le verdure, i legumi, la carne di maiale, gli insaccati, il caffè, i latticini e i cereali (in particolar modo quelli integrali); i cibi consentiti in questa fase sono le carni bianche, il pesce (cotto ai ferri o lesso) e i funghi, mentre la frutta può essere mangiata solo sbucciata per bene.

Il giorno dell’appuntamento bisogna presentarsi all’esame a digiuno da almeno 6/8 ore e l’ultimo pasto precedente deve essere leggero e povero di grassi: se l’esame è fissato alla mattina, il paziente deve essere a digiuno almeno dalla mezzanotte, mentre se l’appuntamento è al pomeriggio è possibile fare una colazione leggera (magari con tè e biscotti secchi o fette biscottate); durante il periodo di digiuno è possibile solo bere acqua liscia: da evitare anche le caramelle e il fumo di sigaretta. Per eliminare la presenza di gas in alcuni casi viene consigliata l’assunzione di carbone vegetale nei due giorni che precedono l’ecografia dell’addome completo, prendendone due compresse trenta minuti dopo i pasti principali. Nella maggioranza dei casi viene chiesto al paziente di portare ecografie, radiografie e referti di esami realizzati in precedenza (anche se fatti in strutture diverse).

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta