Presepi 2016-2017 a Milano, Roma e Napoli: i migliori da vedere nelle chiese e in città

Pubblicato il 27 Dic 2016 - 10:47am di Ubaldo Cricchi

C’è chi a Natale preferisce avere in casa uno splendido albero addobbato, ma più o meno tutti rimangono affascinati dal presepe: in questi giorni è ancora possibile ammirare queste rappresentazioni della nascita di Gesù riprodotte in scala o in grandezza naturale, quindi diamo uno sguardo ai migliori presepi 2016-2017 che si possono vedere nelle chiese o tra le vie delle grandi città come Milano, Roma e Napoli.

I migliori presepi 2016-2017 a Milano e Roma

Iniziamo questo piccolo tour tra i migliori presepi 2016-2017 con Milano: fino alla fine dell’anno si può ammirare un’esposizione dedicata a questa splendida tradizione recandosi presso Villa Archinto a Robecca sul Naviglio. Fino all’8 gennaio 2017 invece a Palazzo Marino rimarrà esposto il Presepe Monumentale dei Sassi di Matera: l’opera realizzata da Francesco Artese si compone di 60 personaggi e può essere visitata gratuitamente. L’Albergo Diurno Venezia di Piazza Oberdan ospita il presepe in Art Déco, ma saranno sicuramente tantissimi i turisti che vorranno vedere il presepe ligneo rinascimentale che si trova all’interno della mura del Castello Sforzesco.

A Roma c’è l’immancabile appuntamento con la mostra 100 Presepi, giunta alla sua quarantunesima edizione: fino all’8 gennaio presso le Sale del Bramante in Piazza del Popolo si possono vedere 150 rappresentazioni provenienti non solo dalle Regioni italiane (13), ma anche da 40 Paesi internazionali. Probabilmente il presepe che riceverà più visite dai turisti è quello di Piazza San Pietro, posizionato accanto al gigantesco albero di Natale, ma ci sono tante alternative: nella Chiesa dei Santi Quirico e Giuditta c’è la mostra permanente, la Basilica dei Santi Cosma e Damiano ospita l’imponente presepe settecentesco espressione della rinomata arte partenopea, così come quello installato nella Chiesa di Santa Maria. Chi vuole vedere il presepe più antico della Capitale (risale al 1291) deve recarsi presso la Basilica di Santa Maria Maggiore.

La tradizione del presepe di Napoli tra chiese e vie della città

Già nello spazio riservato ai migliori presepi 2016-2017 di Roma abbiamo fatto un accenno all’arte napoletana: nel capoluogo campano questa tradizione è particolarmente forte e sentita. Basta pensare alla famosissima via di San Gregorio Armeno con tutte le sue botteghe artigiane per farsi un’idea dell’importanza che riveste questa tradizione. Il Museo Nazionale di San Martino ospita il presepe Cuciniello, in Piazza Garibaldi c’è il presepe di ghiaccio, mentre il centro della città ospita una mostra delle più piccole rappresentazioni della nascita di Gesù.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti, ma per chi non si accontenta delle statuine a Napoli è possibile ammirare anche i presepi viventi: fino al 29 dicembre la Basilica di San Lorenzo Maggiore farà da scenario ad una suggestiva rappresentazione che si rifa alle scene presepiali settecentesche; il 6 e 7 gennaio 2017 verrà riproposto il presepe vivente della Parrocchia di Sant’Ignazio a Fuorigrotta; le vie, le case, le cantine e i terreni di Gragnano si trasformeranno in una piccola Betlemme con 300 figuranti (appuntamento a Borgo di Caprile il 30 dicembre e 1, 5, 6, 7 e 8 gennaio). Per la prima volta anche a Secondigliano ci sarà il presepe vivente e la rappresentazione sarà incentrata sul tema dei migranti: per ammirarla bisogna recarsi presso il cortile della Chiesa dell’Immacolata Concezione il 29 dicembre e il 5 gennaio.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta