Prestiti Agos senza busta paga: requisiti e come richiedere

Pubblicato il 4 Feb 2018 - 3:23pm di Simone Celli

Scopriamo i prestiti senza busta paga offerti da Agos, con tutto quello che c’è da sapere riguardo questo prodotto che costituisce un’ottima opportunità per tutti coloro che abbiano avuto difficoltà nell’ottenere altre forme di finanziamento. Vediamo quali sono i requisiti necessari per averne accesso e come richiedere questa particolare tipologia di prestiti personali Agos.

>>> CLICCA QUI E FAI UN PREVENTIVO GRATIS: SCOPRI SUBITO IL MIGLIOR PRESTITO DEL 2018 <<<

Prestiti Agos senza busta paga: requisiti necessari

Se siete alla ricerca di un finanziamento, vi sarete resi conto di quanti differenti prodotti offre il mercato. Tra questi ci sono i prestiti Agos rivolti a tutti coloro che non abbiano una busta paga. Questa forma di finanziamento nasce per andare incontro alle esigenze di chi non fosse un lavoratore dipendente, che per il fatto di non percepire uno stipendio fisso ogni mese, spesso si vede rifiutata la richiesta di prestito.

Solitamente, infatti, la busta paga costituisce un requisito fondamentale per garantire alla banca il pagamento delle rate di rimborso. Nel caso dei prestiti senza busta paga offerti da Agos, le garanzie alternative che potremo presentare sono diverse. In primo luogo, per quanto riguarda i lavoratori autonomi, è possibile presentare l’ultima dichiarazione dei redditi, che documenterà la nostra situazione economica.

La seconda possibilità è quella di presentare la firma di un garante. Quest’ultimo garantirà appunto per noi, e nel caso in cui non fossimo in grado di restituire l’intera somma che ci era stata prestata, si farà carico delle restanti rate di rimborso. Infine, un’altra opzione è quella dell’ipoteca di un immobile di proprietà. In caso di mancato pagamento, l’abitazione sarà venduta all’asta e la compagnia ricaverà la somma da rimborsare.

Come richiedere un prestito Agos per disoccupati

Richiedere un prestito senza busta paga Agos è estremamente semplice. Visitando il sito internet della compagnia è possibile trovare tutte le informazioni riguardo questo prodotto, oltre alla possibilità di effettuare il calcolo della rata. Una volta scelta la forma di finanziamento che maggiormente soddisfa le nostre esigenze, tutto quello che dovremo fare sarà effettuare la richiesta, compilando il relativo form con i nostri dati personali e tutta la documentazione richiesta.

Una volta inviata la richiesta di prestito, basteranno pochi giorni per ricevere una risposta da parte della compagnia, e in caso di esito positivo, i soldi saranno caricati sul conto corrente del cliente in poche ore. Se preferite recarvi in filiale, quello che potete fare tramite il sito è fissare un appuntamento, specificando l’ufficio, la data e l’orario che preferite. In questo caso un esperto del settore saprà consigliarvi al meglio e vi aiuterà nella richiesta del prestito di cui avete bisogno.

Prestito per casalinghe senza busta paga Agos Ducato

Le casalinghe rientrano tra i soggetti che possono incontrare più difficoltà nel far accettare la loro domanda di finanziamento. Ottenere un prestito senza busta paga non è impossibile infatti, come abbiamo visto, ci sono delle opzioni da prendere in seria considerazione. Già da qualche anno le finanziarie più famose hanno iniziato a proporre delle soluzioni pensate per le persone che non presentano i classici requisiti richiesti, ma si parla per lo più di prestiti senza busta paga che non consentono di ottenere importi superiori ai 3.000 (massimo 5.000) euro; la carta revolving è uno strumento a cui si fa spesso riferimento quando si parla di prestiti per casalinghe.

Quando si parla di prestiti senza busta paga non si parla di prestiti senza alcun tipo di garanzia: le finanziarie devono comunque avere la certezza di poter rientrare in qualche modo in possesso delle somme erogate, quindi il richiedente deve presentare delle garanzie alternative che possano essere ritenute accettabili. Ad esempio una casalinga che non ha un lavoro da dipendente (e quindi non ha la busta paga, il famoso documento di reddito che viene richiesto dagli istituti di credito a tutte le persone che richiedono un finanziamento) ha delle possibilità di veder accettata la sua domanda se riesce a dimostrare di avere un altro tipo di reddito (magari una rendita finanziaria, l’assegno di mantenimento dell’ex coniuge o altro) oppure, e questa è la soluzione più apprezzata dalle finanziarie, di poter contare sulla figura del garante.

Il garante è la persona che si impegna a rimborsare il prestito nel caso in cui il debitore principale non sia in grado di rispettare l’impegno mensile rappresentato dal pagamento delle rate. La maggior parte delle volte il garante è un parente stretto del richiedente (il coniuge o il genitore), ma non è necessario che ci siano vincoli familiari: l’unica cosa che conta è che si tratti di una persona che la banca o la finanziaria possa ritenere affidabile. Il profilo ideale è quindi quello di una persona che possa contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato, che abbia un reddito abbastanza alto da poter sopportare il pagamento delle rate senza troppe difficoltà, che non abbia più di 75 anni al termine del piano di rimborso e che abbia un passato creditizio senza macchie.

Se si conosce una persona con queste caratteristiche e e sia disposta ad assumersi questo obbligo, la casalinga che è interessata ad ottenere un prestito potrebbe recarsi in una filiale Agos Ducato per illustrare la situazione e il personale della finanziaria valuterà caso per caso la fattibilità dell’operazione, illustrando le possibile alternative.

Simulazione di finanziamento Agos senza busta paga

>>> PRESTITI ANCHE SENZA BUSTA PAGA: CLICCA QUI E FAI UN PREVENTIVO GRATUITO <<<

La presenza di un garante in pratica trasforma il prestito senza busta paga in un prestito normale, senza troppe limitazioni per quanto riguarda l’importo erogabile. È quindi possibile fare una simulazione e scoprire le varie combinazioni di importo e numero delle rate di rimborso collegandosi sul sito ufficiale della finanziaria e sfruttare il calcolatore online. Basta inserire l’importo che si vuole richiedere ed indicare il numero di rate preferite per conoscere all’istante l’entità dell’impegno mensile e le condizioni applicate.

Giusto per fare un esempio, in questo periodo è possibile richiedere un finanziamento di 10.000 euro da restituire in 84 mesi con rate da 143,70 euro: il Tan è al 4,91% e il Taeg al 6,17% (si possono comunque richiedere importi da un minimo di 500 fino ad un massimo di 30.000 euro, mentre la durata del piano di rimborso può andare dai 12 ai 120 mesi). Se si sfrutta il canale telematico anche per inoltrare la domanda di finanziamento i tempi si possono accorciare, visto che l’erogazione avviene entro le 48 ore dal momento dell’approvazione da parte dei consulenti della finanziaria che valutano l’idoneità o meno della richiesta.

Info sull'Autore

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. alessandro 12 giugno 2017 at 11:10 - Reply

    sono un ambulante senza autorizzazione, intenzionato ad aprire un’attività commerciale, servirebbe un prestito personale, sono proprietario di due appartamenti (unica garanzia) posso ottenere un prestito? in attesa di una risposta ringrazio anticipatamente

Lascia Una Risposta