Prestiti per lavoratori stagionali: come ottenerli?

Pubblicato il 24 Giu 2018 - 9:17am di Emily Pomponi

Il mondo dei prestiti personali non sempre è accessibile facilmente: lo sanno bene i lavoratori stagionali. Sono molte le persone che oggi hanno un contratto di lavoro a tempo determinato o “stagionale”. Il lavoro stagionale è quell’occupazione svolta per un periodo parziale che non ha una continuità durante l’intero anno.

In seguito al cambiamento economico causato dalla stessa crisi, i vari enti che emettono finanziamenti hanno dovuto adattarsi in qualche modo a queste nuove eventualità lavorative e sono nate alcune proposte circa i prestiti per i lavoratori stagionali che analizzeremo insieme in questo articolo.

Come ottenere un prestito personale per lavoratori stagionali

I prestiti per i lavoratori stagionali rientrano in quella tipologia di prestiti definiti “senza busta paga” perché non possono dimostrare, per loro stessa natura, un determinato reddito annuale fisso.

Tali prestiti possono richiedere la presenza di un garante o di una garanzia (ad esempio, una casa);  in alcuni casi anche senza garanzia, che però presenterà delle limitazioni ristrette.

In Italia la crisi economica ha messo a dura prova i lavoratori che hanno visto crollare di fronte ai propri occhi la garanzia e la sicurezza del lavoro. In questo contesto piuttosto districato, il fenomeno del lavoro stagionale è aumentato notevolmente: molte persone, a prescindere da una propria scelta o stile di vita, lavorano stagionalmente.

E se il numero è in aumento anche le proposte finanziarie per lavoratori stagionali lo sono  di conseguenza. Anche un dipendente stagionale vuole avere diritto a prestiti e finanziamenti da parte di società e banche, ma non è così semplice e in molti si interrogano circa la possibilità di ottenerli.

Le banche o gli enti in generale, per rilasciare un finanziamento, fanno affidamento sulla busta paga di un contratto indeterminato ( un CUD) oppure basandosi sulle pensioni. Con questo tipo di documentazione si possono richiedere prestiti personali senza troppe limitazioni. Ma nel caso di un lavoro stagionale non è lo stesso.

Per ottenere un prestito personale, i lavoratori stagionali devono presentare agli enti del credito la propria situazione economica. Non avendo come garanzia il contratto indeterminato/pensione, l’ente richiederà informazioni riguardo il guadagno effettivo maturato con il lavoro e ad altre entrate: può capitare che una persona percepisca affitti o guadagni extra che non rientrino nella paga lavorativa. Gli enti, una volta chiarito il quadro, potranno decidere di emettere un prestito dell’importo relativo alla durata e al guadagno del lavoro.

Il piano del rimborso da parte del lavoratore può coincidere infatti con la durata stesso del lavoro stagionale e, allo stesso modo, non può ottenere un prestito dall’importo troppo elevato. Un’altra alternativa per ottenere finanziamenti è quello di rivolgersi ad enti privati presentando un progetto sulla carta che possa convincere a concretizzare l’emissione.

A chi richiedere prestiti per lavoratori stagionali?

Non avendo troppe garanzie è bene rivolgersi ad enti affidabili e agenti finanziari sicuri. Online ci sono molte alternative che possono fare al caso vostro, anche valide e con tassi non troppo alti.

Tra queste alternative spiccano nomi di banche o istituti che si sono piegati alle esigenze dei lavoratori stagionali, saltuari (o disoccupati anche), rimanendo flessibili alle non-garanzie. Scopriamone alcune:

Poste Italiane – Conto BancoPosta

Aprendo un Conto BancoPosta, Poste Italiane offre la possibilità ai lavoratoridi richiedere un prestito personale con un un buon margine di emissione in denaro. Si può richiedere un prestito da 1.500€ per un massimo di 30.000 €. Per questo tipo di prestito non è richiesta busta paga ma un garante.

Poste Italiane – Special Cash Postepay

La Special Cash Postepay è il modo di richiedere facilmente a Poste Italiane un piccolo prestito in denaro senza reddito e busta paga. L’importo che si può richiedere parte da 700€ per un massimo di 1.500€. Per richiedere il prestito è necessario essere titolari di una carta Postepay Evolution.

Agos – Ducato

Per ottenere un prestito da Agos senza busta paga è necessario presentare un garante o una dichiarazione dei redditi precedente, che spieghi la situazione economica. Agos Ducatonon presenta troppe limitazioni: per farsi un’idea quindi, la società mette a disposizione una simulazione di finanziamento.

Gruppo Mediobanca Compass

La banca eroga finanziamenti personalizzati fino ad un totale di 30.000€, valutati in base alla situazione economica del cliente, in modo da calibrare le rate mensili del rimborso in modo consono.

Queste sono alcune delle proposte bancarie che si trovano online per prestiti a lavoratori stagionali. È comunque opportuno rivolgersi alla propria banca e chiedere informazioni circa prestiti e finanziamenti: sulla base di considerazioni ed esperienze di altri lavoratori, possiamo dire che la situazione sta cambiando per adattarsi alle nuove necessità dei cittadini (per lo più dettate dalla crisi del lavoro) e molti istituti realizzano oramai prestiti senza busta paga e reddito, analizzando lo stato economico dei singoli clienti per offrire soluzioni personali.

Info sull'Autore

Lascia Una Risposta