Prestiti personali da banche estere: come ottenerli regolarmente online e in banca

Pubblicato il 7 Giu 2018 - 5:54pm di Tiziana Biviano

Vi siete mai chiesti come è possibile avviare la procedura per la richiesta di un prestito personale presso una banca estera? Spesso è difficile riuscire ad ottenere il lascia passare per un finanziamento richiesto presso una banca o un istituto di credito italiano, e ci arrende alla possibilità di richiedere la medesima cifra ad una banca estera a causa delle elevate pratiche burocratiche che servono poi per l’ottenimento del denaro; ma siamo sicuri che è così? A seguire spiegheremo a tale proposito come richiedere dei prestiti personali per via telematica e non solo, alle filiali estere di banche europee.

A quali banche estere rivolgersi per ottenere un prestito personale

Partiamo dal presupposto che sono molti gli italiani che a priori preferiscono direttamente fare richiesta per l’ottenimento del denaro proprio ad una banca estera evitando così di imbacarsi in quelli che sono le regole per la concessione di denaro in Italia. Una delle banche estere alle quali potete eventualmente fare riferimento per la richiesta di un prestito personale è la Deutsche Bank, che con le sue filiali sparse su tutto il territorio italiano, diventa anche un facile punto d’appoggio in caso di assistenza in prima persona. andiamo ad elencare le tipologie di prestito e i relativi tassi di interesse che questa banca mette a disposizione dei suoi clienti. Si chiama dbEasy Ristruttura il prestito del valore massimo di 30 mila euro al quale è possibile accedere se si necessita della somma di denaro per avviare una ristrutturazione della propria abitazione o della propria azienda. Se invece state cercando un prestito da poter chiedere ad una banca estera ai fini di congiungere tutti i vostri debiti in un’unica sola rata, dbEasy Unico è il finanziamento da chiedere alla Deutsche Bank che fa al caso vostro. Ipotizziamo allora che un cliente richieda alla banca la somma di 40 mila euro; come potrà restituirla? La somma potrà essere rimborsata in rate mensili fisse per una durata di tempo che parte da un minimo di 12 ed arriva fino ad un massimo di 84 mesi.  I 40 mila euro richiesti potranno allora essere restituiti ad esempio in: 36 rate da poco più di 900 euro al mese, oppure 60 rate mensili da quasi 700 euro al mese, oppure ancora in rate più piccole ed accessibili del valore di 460 euro per l’estensione massima del prestito di appunto 84 mensilità. Come richiedere allora un prestito a questa banca tedesca?

Per ottenere un prestito dalla Deutsche Bank è sufficiente recarsi di persona in una delle filiali italiane, tra le quali quelle nelle città di: Milano, Roma, o Catania. Una soluzione più rapida è invece quella di richiedere il rilascio del prestito semplicemente per via telematica, e vi basterà a questo punto compilare il form che in maniera automatica si aprirà dal sito ufficiale della banca, una volta selezionato il tipo di finanziamento che fa al caso vostro. Una seconda banca estera alla quale poter fare richiesta per ottenere il denaro del quale si necessita, e che possiede delle filali in Italia è il Gruppo Santander. Scopriamo come richiedere un finanziamento presso questa banca. Solo per via telematica è possibile riuscire ad ottenere un finanziamento che arriva solo ad un valore massimo di 10 mila euro, motivo per cui se si necessita di una somma ingente e superiore è necessario recarsi presso una delle sedi Santander italiane, che si possono trovare a: Napoli, Milano, Torino, Roma e Catania. Ma passiamo ad analizzare la simulazione di un prestito del valore massimo di 10 mila euro online. Il richiedente potrà facilmente restituire la cifra in una delle seguenti soluzioni: 24 rate mensili da circa 400 euro al mese, oppure ancora 60 rate mensili da meno di 200 euro ciascuna, o 84 rate mensili del valore di 150 euro cadauna. Il gruppo tedesco Santander non fa pagare al cliente che richiede un finanziamento le spese di istruttoria relative all’emissione del denaro, e applica al prestito un tasso del valore del 6,50%. Per richiedere un finanziamento online è sufficiente essere in possesso del documento di riconoscimento, del codice fiscale e della busta paga. La banca in questione rilascia il finanziamento anche attraverso la soluzione della firma digitale, per cui tutto si potrà svolgere comodamente da casa e attraverso l’utilizzo di un personal computer. Chiaramente per i clienti pensionati intenzionati a restituire il prestito attraverso la modalità della cessione del quinto, la banca mette a disposizione numerose soluzioni per rispondere ad ogni esigenza.

Banche estere che offrono finanziamenti ad italiani

Esistono ancora oltre a quelle citata, altre differenti soluzioni a portata di click per riuscire ad ottenere il denaro del quale si necessita in pochi giorni lavorativi. Un’altra banca europea alla quale poter inviare la richiesta di un finanziamento è la Barclays, un istituto di credito inglese con sede principale a Londra che possiede anche delle filiali nelle principali città italiane. Presso la Barclays è possibile richiedere piccoli o grandi prestiti che vanno da quello utile per l’acquisto di una nuova auto, a quella da sfruttare per il consolidamento dei debiti, e tra le varie forma di imborso ammesse vi è anche in tal caso quella della cessione del quinto. Supponiamo che un italiano voglia richiedere alla Barclays un prestito di 8 mila euro, e scopriamo con quali modalità è possibile ottenerlo e rimborsarlo. Utilizzando l’apposito form che si apre in automatico dal sito ufficiale della banca una volta selezionata la dicitura prestito personale, vi verrà chiesto di inserire l’ammontare della somma che desiderate riceve con anche l’opportunità di aggiungere un’assicurazione ed altre eventuali spese facoltative. La somma ottenuta si potrà restituire alla Barclays partendo da un minimo di 12 fino ad arrivare ad un massimo di 120 mensilità, e quindi nel nostro caso si potrà restituire il denaro ad esempio in: 72 rate mensili del valore di poco superiore a 100 euro, in 96 rate da 110 euro, oppure ancora in 120 rate mensili di poco più di 90 euro cadauna, con un tan che si aggira attorno all’ 8,22%. Anche in questo caso dal portale web della banca è possibile richiedere solo fino ad un massimo di 30 mila euro, per cui per cifre superiori è necessario prenotare un appuntamento direttamente presso la filale più vicina a voi telefonando al numero verde della banca.

Un’altra banca europea che dispone di prestiti per cittadini italiani è anche la Belfius, una banca del Belgio che dispone di numerosi prestiti personali di piccole o grandi cifre da richiedere anche semplicemente online. Ipotizziamo un prestito di 4 mila euro che il cliente può richiedere via web e che potrà successivamente rimborsare alla banca in una delle seguenti modalità: 72 rate mensili da poco più di 60 euro al mese, o ancora 96 rate mensili da 54 euro. La banca belga non dispone di spese di istruttoria da dover pagare prima di ottenere il rilascio del finanziamento richiesto dal cliente, e il tasso con il quale vengono elargiti i prestiti si aggira intorno al 5%. E’ invece più conosciuta e collabora con le filiali della Agos sparse sul territorio nazionale, la Crédit Agricole, una banca di origine francese che offre soluzioni all’insegna della trasparenza e della veridicità. I rimborsi che il cliente effettua alla Crédit Agricole sono tra i migliori in termini di flessibilità visto che è concesso anche effettuare il salto o il posticipo del pagamento della rata mensile per più volte durante tutto l’arco di durata del prestito. Dal portale web si possono richiedere fino ad un massimo di 30 mila euro, mentre invece recandosi presso una filiale, un cittadino europeo può richiedere un prestiti massimo di 75 mila euro da restituire in un massimo di 120 mesi.

Ad esempio avendo intenzione di richiedere alla Crédit Agricole un finanziamento del valore esatto di 25 mila euro, il cliente potrà restituirlo in 120 mesi con rate fisse da poco meno di 300 euro al mese, oppure in 72 rate mensili da quasi 400 euro al mese, con un tasso di interesse equivalente all’8%. Anche in questo caso il prestito si può richiedere per via telematica inviando i propri dati dal form del sito ufficiale della Crédit Agricole, e inserendo oltre al nome ed al cognome, anche la propria carta d’identità, il proprio codice fiscale e la propria busta paga, per poter dare all’istituto la possibilità di schedare il cliente. Infine poi, anche la ING Direct, una banca di origine olandese è molto nota in Italia per quanto riguarda il rilascio di finanziamenti di modeste dimensioni; ad esempio il prestito Arancio è quello che viene totalmente personalizzato a seconda delle esigenze del cliente, e si può richiedere attraverso il sito web dello stesso. Un piccolo finanziamento di 12 mila euro lo si potrà restituire in 60 rate mensili da 248 euro al mese, con un tasso di interesse fisso al 9,4%, senza considerare però l’aggiunta in questo caso, anche delle relative spese di istruttoria. Per ulteriori informazioni potete visitare il sito ufficiale o recarvi anche in questo caso presso una filiale italiana.

Info sull'Autore

Lascia Una Risposta