Prestiti Personali Gennaio 2019: offerte Agos Ducato, Compass, Findomestic, Poste Italiane, Unicredit e Intesa Sanpaolo

Pubblicato il 30 Dic 2018 - 12:19pm di Ubaldo Cricchi

Vediamo quali sono le offerte proposte da Agos Ducato, Compass, Findomesti, Poste Italiane, Unicredit e Intesa Sanpaolo sui prestiti personali a gennaio 2019. L’inizio del nuovo anno può portare la voglia di dare vita ad un progetto che da tempo aspetta di essere concretizzato, ma può anche essere un periodo ricco di spese…insomma, esistono tanti motivi che possono spingere una persona a richiedere un finanziamento: i prestiti personali però non sono tutti uguali e prima di presentare la propria richiesta non sarebbe una cattiva idea dare un’occhiata alle offerte che vengono periodicamente lanciate dai vari istituti di credito, in modo da poter fare un confronto e scegliere la soluzione più conveniente o più adatta alle proprie esigenze.

Le offerte di Agos Ducato

Iniziamo questo percorso tra le offerte relative ai prestiti personali di gennaio 2019 scoprendo la proposta di Agos Ducato. In questo periodo la nota finanziaria permette di ottenere un importo di 10.000 euro da restituire in 84 mesi con il pagamento di rate mensili da 143,70 euro; il TAN è fisso al 4,91%, ma considerando anche le commissioni di istruttoria (200 euro), l’imposta di bollo sul finanziamento (16 euro) e sui rendiconto annuali e di fine rapporto (2 euro) e le spese di gestione della pratica (2 euro), il TAEG è pari al 6,17%, per un totale dovuto dal richiedente che ammonta a 12.266,80 euro. Naturalmente questa è la soluzione presentata con la campagna pubblicitaria: lo stesso importo può essere restituito anche con piani di rimborso di durate differenti, da un minimo di 12 mesi (con rate da 872,80 euro, TAN 9,92% e TAEG 9,78%) fino ad un massimo di 120 mesi (con rate da 118 euro, TAN 6,92% e TAEG 8,10%).

Agos consente di richiedere importi fino a 30.000 euro, con piani di rimborso che possono durare fino a dieci anni. Una delle caratteristiche delle proposte di Agos è rappresentata dalla flessibilità: è possibile infatti saltare il pagamento della rata o modificarne l’importo (cambiando di conseguenza anche la durata del piano di rimborso). La domanda di finanziamento può essere fatta direttamente in filiale, tramite il sito web (raggiungibile all’indirizzo www.agos.it) oppure telefonando al numero verde 800129010 (il numero è attivo dalle 8:30 alle 21:00 nei giorni dal lunedì al venerdì e dalle 8:30 alle 17:30 il sabato). La richiesta online è sicuramente quella più veloce, visto che l’importo viene erogato nel giro di 48 ore dall’accettazione della domanda di finanziamento. Per fare la richiesta sono necessari tre tipi di documento: la carta di identità, il codice fiscale e il documento di reddito (busta paga per i lavoratori dipendenti, cedolino della pensione per i pensionati e modello Unico con ricevuta del pagamento per i professionisti).

La gamma di prestiti personali è composta dai prestiti veloci, dai prestiti flessibili, dai piccoli prestiti, dai prestiti per giovani, dalle soluzioni per le coppie e dal consolidamento debito. Ovviamente non manca la possibilità di richiedere un prestito con cessione del quinto, ma questa tipologia di finanziamento è riservata ai soli lavoratori dipendenti e ai pensionati; la rata è fissa per l’intera durata del finanziamento e non può superare il 20% della retribuzione mensile netta; non sono previsti altri tipi di garanzia oltre alla presenza dello stipendio o della pensione (e la sottoscrizione di una polizza assicurativa obbligatoria per il rischio morte e il rischio impiego, il cui premio viene però pagato da Agos); la durata del piano di rimborso può arrivare fino a 10 anni e sono previste agevolazioni particolari per i dipendenti pubblici e statali.

I prestiti personali di Compass

Vediamo ora le offerte sui prestiti personali di gennaio 2019 proposte da Compass. Un prestito da 9.000 euro può essere rimborsato in 60 mesi: il TAN è fisso al 9,90%, mentre il TAEG (considerando i vari oneri del finanziamento, come i 135 euro per le spese di istruttoria, l’euro per le spese di incasso e gestione della pratica per ogni rata, i vari oneri fiscali e l’eventuale comunicazione periodica di trasparenza) è pari all’11,45%. Compass eroga prestiti personali con importi che vanno da un minimo di 5.000 euro ad un massimo di 30.000 euro, con piani di rimborso che possono durare dai 24 agli 84 mesi; i tassi massimi applicabili sono: TAN 15,50% e TAEG 20,58%.

La gamma completa dei prestiti personali di Compass è composta da Ottimo, il prodotto base che consente al richiedente di scegliere la migliore combinazione tra durata del finanziamento e importo delle rate, Jump, il prestito che permette di saltare il pagamento di una rata per una volta all’anno fino ad un massimo di cinque volte nell’intera durata del prestito, Total Flex, il prestito flessibile che consente di saltare il pagamento della rata o di modificarne l’importo, Cifra tonda, il prestito con una rata chiara e costante nel tempo, e Consolido, il finanziamento che raccoglie in un’unica scadenza tutti i finanziamenti in corso. Anche Compass eroga prestiti con cessione del quinto a dipendenti pubblici, dipendenti privati e pensionati., con importi massimi di 75.000 euro e durate fino a 10 anni.

I prestiti personali Compass possono essere richiesti in filale (ci sono più di 180 filiali in tutta Italia) oppure online collegandosi all’indirizzo www.compass.it. Per avere maggior informazioni o per fissare un appuntamento si può telefonare al numero verde 800774433, attivo tutto il giorno tutti i giorni. Per richiedere un prestito personale Compass è necessario presentare determinatti requisiti (residenza in Italia ed età compresa tra i 18 anni e i 75 anni al momento della fine del piano di rimborso); bisogna inoltre presentare un documento di identità valido, il codice fiscale e un documento di reddito (busta paga, cedolino o dichiarazione dei redditi a seconda del richiedente). L’importo accordato viene erogato in pochissimo tempo con un assegno o tramite bonifico bancario.

I prestiti personali di Findomestic: le condizioni di gennaio 2019

Parlando delle offerte si prestiti personali di gennaio 2019 non potevamo non parlare anche di Findomestic: in questo periodo è possibile ottenere un prestito da 14.000 euro che può essere restituito con il pagamento di 96 rate mensili da 189 rate; con il TAN al 6,73% e il TAEG al 6,94%, il totale dovuto dal richiedente ammonta a 18.144 euro. Ovviamente questo era solo un esempio: Findomestic può erogare finanziamenti da 1.000 fino a 60.000 euro; la richiesta può essere fatta presso una filiale della finanziaria, tramite il sito internet ufficiale raggiungibile all’indirizzo www.findomestic.it oppure telefonando al numero 848844999.

Sul sito è presente un simulatore che consente non solo di calcolare un preventivo, ma anche di procedere con la domanda di finanziamento se si trova la soluzione ideale (è possibile fare quante simulazioni si vuole senza alcun vincolo): per prima cosa bisogna selezionare il progetto che si intende realizzare (ci sono varie opzioni nelle categorie veicoli, immobiliare, casa, tempo libero, altro) e poi si indica l’importo che si vuole richiedere; dopo aver cliccato su Calcola il prestito compare una nuova schermata con l’elenco di tutte le soluzioni possibili per quell’importo e per ciascuna di essere viene indicata l’entità delle rate, la durata del piano di rimborso e i tassi TAN e TAEG applicati.

Possono richiedere un prestito personale Findomestic le persone che hanno compiuto 18 anni e che non superano i 75 anni di età, che hanno la residenza sul territorio italiano, che sono titolari di un conto corrente e che hanno un reddito dimostrabile (come sempre, per ottenere un prestito oltre al documento di identità e al codice fiscale bisogna fornire anche un documento di reddito). Una volta accettata la richiesta di finanziamento, l’importo viene erogato con un bonifico su conto corrente e le rate di rimborso vengono pagate con addebito diretto sempre sul conto corrente del richiedente. Anche Findomestic presenta nella sua gamma di prodotti il prestito con cessione del quinto: grazie alla promozione attuale un dipendente pubblico di 38 anni con 10 anni di anzianità di servizio può ottenere 16.000 euro da restituire in 12 mesi con rate da 176 euro (le rate nel prestito con cessione del quinto vengono trattenute direttamente dalla busta paga o dal cedolino della pensione); il TAN è al 5,80% e il TAEG al 5,95% per un totale dovuto dal consumatore che è pari a 21.120 euro.

I prestiti personali di gennaio 2019 erogati da Poste Italiane

Poste Italiane ormai da diverso tempo è un soggetto molto attivo nel campo del credito: tra i prodotti offerti ci sono anche varie soluzioni di prestito per realizzare piccoli e grandi progetti; per quanto riguarda gli importi si può andare da un minimo di 1.000 ad un massimo di 60.000 euro, mentre la durata del rimborso può andare dai 22 mesi ai 120 mesi; a prescindere dalla soluzione scelta, i prestiti di Pote Italiane si caratterizzando per il tasso fisso e la rata che rimane costante per l’intera durata del finanziamento. Il prodotto “base” è rappresentato dal Prestito BancoPosta, che consente di ottenere importi tra i 3.000 e i 30.000 euro da rimborsare in minimo 24 e massimo 84 mesi; può essere richiesto anche da chi non è titolare di Conto BancoPosta. Il finanziamento in realtà non viene erogato direttamente da Poste Italiane (che agisce da intermediario), ma da altri tre istituti (Deutsche Bank, Findomestic e Compass); è importante fare questa distinzione perché le condizioni applicate possono essere diverse. Vediamo alcuni esempi:

  • un prestito di 12.000 richiesto a Poste Italiane ed erogato da Deutsche Bank può essere rimborsato in 60 mesi pagando rate da 248,52 euro; il TAN è fisso all’8,90% e il TAEG è al 9,42% (con queste condizioni il totale dovuto dal consumatore è pari a 14.951,83 euro);
  • un prestito di 5.000 richiesto a Poste Italiane ed erogato da Findomestic può essere rimborsato in 48 mesi pagando rate da 125,61 euro; il TAN è fisso al 9,50% e il TAEG è al 10,06% (con queste condizioni il totale dovuto dal consumatore è pari a 6.041,78 euro);
  • un prestito di 5.000 richiesto a Poste Italiane ed erogato da Compass può essere rimborsato in 48 mesi pagando rate da 128,98 euro; il TAN è fisso al 10,90% e il TAEG è all’11.70% (con queste condizioni il totale dovuto dal consumatore è pari a 6.213,04 euro).

Il Prestito BancoPosta Flessibile è simile al prodotto base, ma se ne distingue perché consente di cambiare l’importo della rata o di saltarne il pagamento, allungando la durata fino ad un massimo di 108 mensilità (può essere richiesto solo da titolari di Conto BancoPosta). Il Prestito BancoPosta Oline è l’unico prestito erogato da Poste Italiane che ò essere richiesto direttamente online grazie alla firma digitale: gli importi vanno sempre dai 3.000 ai 30.000 euro, on piani di rimborso che vanno dai 24 agli 84 mesi; per richiedere questo finanziamento è necessario essere titolari di conto BancoPosta e aver attivato il servizio di Internet Banking. C’è poi la soluzione per chi è alla ricerca di un piccolo prestito: il Mini Prestito BancoPosta (che può essere richiesto solo dai titolari di carta PostePay Evolution) permette di ricevere importi di 1.000, 2.000 o 3.000 euro da restituire in 22 rate fisse mensili. Ci sono anche le soluzioni per l’acquisto della casa (importi tra i 10.000 e i 60.000 euro, con durate dai 36 ai 120 mesi), per la ristrutturazione della casa (importi tra i 10.000 e i 60.000 euro, con durate dai 36 ai 120 mesi) e per il consolidamento (importi tra i 3.000 e i 50.000 euro, con durate dai 24 ai 96 mesi).

Per il Prestito BancoPosta non è necessario essere titolari di Conto BancoPosta, mentre per tutti gli altri finanziamenti è necessario esserlo (per i prestiti richiesti per l’acquisto della casa, la ristrutturazione della casa o il consolidamento si può anche essere titolari di Libretto di risparmio postale); a parte questo, i requisiti richiesti sono:

  • residenza in Italia;
  • presenza di un reddito dimostrabile da lavoro o da pensione prodotto in Italia.

Come sempre è necessario fornire all’istituto un documento di identità, il codice fiscale e un documento di reddito. A parte il Prestito BancoPosta online, tutti i prestiti personali di Poste Italiane devono essere richiesti presso un ufficio postale (sul sito www.poste.it è possibile trovare l’ufficio postale più vicino, mentre chiamando al numero verde 800003322 si può prenotare un appuntamento con un consulente dell’istituto).

Tassi e condizioni dei prestiti personali Unicredit

Chiudiamo questa panoramica sulle offerte relative ai prestiti personali di gennaio 2019 dando uno sguardo alle proposte dei due principali gruppi bancari italiani. La gamma dei finanziamenti di Unicredit è composta da:

  • CreditExpress Dynamic, che permette di richiedere importi tra i 2.000 e i 30.000 euro, con durate che vanno da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 84 mesi; il TAEG massimo aplpicabile è pari al 12,05%; le opzioni di Cambio Rata, Salto Rata e Ricalcola Prestito permettono di gestire il finanziamento, adattandolo alle proprie esigenze nel corso del tempo. Facciamo un piccolo esempio: un prestito da 4.000 euro può essere restituito in 36 mesi con rate da 128,88 euro (TAN 9,90% e TAEG 11,59%), in 64 mesi con rate da 80,70 euro (TAN 9,90% e TAEG 11,18%) o in 84 mesi con rate da 66,20 euro (TAN 9,90% e TAEG 11,03%;
  • CredtExpress Easy, che può essere richiesto dai correntisti prevalutati direttamente tramite l’app Mobile Banking disponibile per smartphone Android e iOS; si possono richiedere piccoli importi (tra i 1.000 e i 5.000 euro) che vanno rimborsati in minimo 12 e massimo 36 mesi. Il tasso di interesse è fisso al 6,90%; anche in questo caso facciamo un esempio: un finanziamento di 3.018,29 euro può essere rimborsato in 24 mesi con rate da 135 uro (TAN 6,90% e TAEG 8,23%);
  • CreditExpress Top, il fratello maggiore del primo prestito personale Unicredit di cui abbiamo parlato: permette di richiedere importi tra i 31.000 e i 75.000 euro, con piani di rimborso che possono arrivare a durare anche dieci anni, con il tasso che rimane fisso per l’intera durata del finanziameno.

Ci sono poi altri finanziamenti come il Prestito Smart Voucher (che consente di ottenere importi tra i 200 e i 30000 euro da spendere presso i punti vendita convenzionati e da restituire in minimo 12 e massimo 84 mesi), il prestito CreditExoress Compact per il consolidamento di vecchi finanziamenti (importi dai 2.000 ai 50.000 euro), il prestito CreditExpress Master (per pagare il master con importi tra i 2.000 e i 15.000 euro), il prestito d’onore per studenti UniCredit Ad Honorem (linea di credito fino a 27.700 euro), il prestito con cessione del quinto e i finanziamenti per l’acquisto o il rinnovamento della casa (con importi fino a 100.000 euro).

Intesa Sanpaolo, le offerte di gennaio 2019 sui prestiti personali

È molto ampia anche la gamma dei prestiti personali erogati da Intesa Sanpaolo: il prodotto d punta è PerTe Prestito Facile, che può essere rchisto anche se si ha un contratto di lavoro a tempo determinato o se si è lavoratori atipici; si possono ottenere importi dai 2.000 fino ai 75.000 euro, con il piano di rimborso che può arrivare ad una durata massima di 120 mesi. Facciamo un paio di esempi per capire il tipo di offerta:

  • un prestito da 15.000 euro può essere rimborsato in 84 mesi con il pagamento di rate da 245,16 euro, per un totale da restituire pari a 20.719,37 euro (TAN fisso al 9,50%);
  • un prestito da 10.000 euro può essere rimborsato in 84 mesi con il pagamento di rate da 145 euro (TAN al 5,75% e TAEG al 6,65%).

Chi non ha superato i 35 anni di età può richiedere PerTe Prestito Giovani, che consente di ottenere importi fino a 30.000 euro, con piani di rimborso che possono durare fino a 120 mesi: un prestito da 10.000 euro può essere restituito in 84 mesi con il pagamento di rate da 144,89 euro (la prima 193,73 euro); con TAN al 5,75% e TAEG al 6,55%, il totale dovuto dal cliente è pari a 12.219,60 euro. Chi vuole dare vita a grandi progetti può prendere in considerazione PerTe Prestito Exclusive, con importi fino a 300.000 euro e durate fino a 15 anni. PerTe Prestito in Tasca è una linea di credito che può essere utilizzata per i propri acquisti: si sceglie l’importo (fino a 5.000 euro) e la durata del piano di rimborso (dai 12 agli 84 mesi); la linea di credito di ripristina man mano che si rimborsano i singoli prestiti; un finanziamento di 500 euro può essere restituito in 12 mesi con rate da 44 euro (TAN 6,90% e TAEG 7,15%). La linea dei prestiti personali Inesa Sanpaolo è completata dalle soluzioni con la formula della cessione del quinto per i dipendenti pubblici (ad esempio un prestito di 10.000 euro può esser restituito in 72 mesi con rate da 164 euro, con TAN al 5,50% e TAEG al 5,70%) e per i pensionati (ad esempio, un importo di 10.000 euro può essere restituito in 60 mesi con rate da 199 euro, con TAN al 6,95% e TAEG al 7,26%).

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta