Prestito BancoPosta, finanziamenti fino a 30 mila euro con Poste Italiane: requisiti e caratteristiche

Pubblicato il 22 Gen 2016 - 2:12pm di Ubaldo Cricchi

Per chi vuole ottenere un finanziamento fino a 30.000 euro da utilizzare per ogni finalità Poste Italiane propone il Prestito BancoPosta, la sua soluzione ordinaria che può essere richiesta presso qualsiasi ufficio postale: come abbiamo già fatto per i buoni fruttiferi postali, cerchiamo di capirne di più sulle caratteristiche del prodotto e sui requisiti necessari per poterlo ottenere.

Caratteristiche del Prestito BancoPosta e requisiti per ottenerlo

Il finanziamento personale Prestito BancoPosta può avere un importo compreso tra i 1.500 e i 30.000 euro. Il rimborso del capitale, maggiorato degli interessi concordati con l’istituto che eroga il prestito, può avvenire con un programma di restituzione dalla durata variabile tra 1 anno (12 mensilità) e 7 anni (84 rate). Tra i due estremi il cliente può individuare la durata più adatta alle sue esigenze, costruendo un finanziamento su misura.

Il Prestito BancoPosta può essere richiesto da chi risiede in Italia e ha un reddito (da pensione o da lavoro) prodotto nel Bel Paese; può essere richiesto anche dal libero professionista, ma solo se la somma non verrà impiegata per il finanziamento dell’attività. Per fare la domanda bisogna recarsi in uno dei tanti uffici postali abilitati sparsi nel territorio nazionale, portando con sé un documento di identità valido, la tessera sanitaria e una documentazione che dimostri l’esistenza di un reddito. In base alle caratteristiche del richiedente o per aderire a determinate promozioni non è da escludere che siano necessari altri requisiti o ulteriore documentazione.

Erogazione dell’importo e modalità di rimborso del finanziamento

Come abbiamo visto, l’importo del finanziamento può essere tra i 1.500 e i 30.000 euro: una volta ottenuta l’approvazione la somma viene accreditata sul conto corrente o sulla carta PostePay Evolution del cliente, oppure, nei limiti previsti dalla legge, per i titolari di Libretto Postale può essere erogata in contanti direttamente allo sportello. Il rimborso delle rate avviene mensilmente e può essere fatto tramite addebito diretto su conto corrente o carta PostePay Evolution oppure con pagamenti tramite bollettino postale. Il cliente ha la possibilità di estinguere il debito anticipatamente effettuando un rimborso totale o parziale presso qualsiasi ufficio di Poste Italiane.

Il Prestito BancoPosta può essere affiancato da un pacchetto assicurativo (PostaProtezione Prestito), assolutamente facoltativo, che garantisce il rimborso del capitale residuo nel caso in cui il richiedente muoia o si ritrovi in una condizione di invalidità permanente superiore al 59%. In più, a seconda dell’attività lavorativa svolta dal cliente, è prevista un’ulteriore garanzia per il pagamento delle rate nel caso si verifichi una perdita dell’impiego, una malattia grave o un’inabilità temporanea totale.

Il cliente può esercitare il diritto di recesso entro il 14° giorno dalla concessione del Prestito BancoPosta. Per ottenere ulteriori informazioni è possibile navigare sul sito poste.it oppure fissare un appuntamento chiamando al numero gratuito 800 00 33 22.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta