Rimborso sulle pensioni in arrivo ad agosto 2015, percentuali e importi

Pubblicato il 30 Lug 2015 - 6:00pm di Claudia Minetti

Arriva ad agosto, per l’esattezza il 3, il tanto atteso rimborso per la mancata rivalutazione della pensione degli anni 2012 e 2013. L’Inps, infatti, metterà in pagamento gli arretrati riconosciuti dal governo, attraverso il decreto pensioni dl 65/2015, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale 70/2015 con la quale si dichiarava incostituzionale il blocco dell’indicizzazione, nei confronti delle pensioni che erano di importo superiore a tre volte il trattamento minimo Inps, previsto dalla legge Fornero. L’adeguamento dell’importo della pensione sarà diverso per gli anni 2012-2013, 2014-2015, 2016 e sarà parziale in quanto i conti pubblici non avrebbero potuto sostenere il rimborso totale.

Rimborso sulle pensioni: le percentuali

Per le pensioni fra tre e quattro volte il minimo, ossia tra 1405,05 euro e 1873,40 nel 2012 e tra 1443 e 1924 euro nel 2013, per il biennio 2012-2013 si applicherà una rivalutazione del 40%. Per quanto riguarda il biennio 2014-2015, il 20% del 40%, quindi l’8%. Dal 2016, il 50% del 40%, quindi il 20%; per le pensioni fra quattro e cinque volte il minimo ossia tra 1873,40 e 2341,75 euro nel 2012 e tra 1924 e 2405 euro nel 2013, per il biennio 2012-2013 si applicherà una rivalutazione del 20%, nel biennio 2014-2015 il 20% del 20%, quindi il 4%, dal 2016 il 50% del 20%, quindi il 10%; infine, per le pensioni fra cinque e sei volte il minimo, ossia tra i 2341,75 e 2810,10 euro nel 2012, e tra 2405 e 2886 euro nel 2013, si applicherà per il biennio 2012-2013 il 10%, nel biennio 2014-2015 il 20% del 10%, quindi il 2%, dal 2016 il 50% del 10%, quindi il 5%.

Rimborso sulle pensioni: gli importi mensili

Di conseguenza, in base al messaggio INPS 4993/2015, prendendo ad esempio i trattamenti con importo pari ad euro 1500, 2000 e 2500, i quali si collocano all’interno delle fasce prese in considerazione, ossia da tre volte il trattamento minimo (al di sotto del quale le pensioni non sono state toccate dalla legge Fornero) a sei volte il trattamento minimo (al di sopra del quale non si ha diritto alla rivalutazione), possiamo considerare il relativo aumento mensile: per l’anno 2012 un assegno da 1500 euro prenderà 16,20 euro al mese, per il 2013 prenderà 34,40 euro al mese, per il 2014 prenderà 6,92 euro al mese, per il 2015 prenderà 6,93 euro al mese. Un importo di pensione pari a 2.000 euro prenderà, per il 2012, 10,80 euro al mese, per il 2013 prenderà 22,87 euro al mese, per il 2014 prenderà 4,61 euro al mese, per il 2015 prenderà 4,62 euro al mese. Infine, un importo di 2500 euro, per il 2012 prenderà 6,75 euro al mese, per il 2013 prenderà 14,28 euro al mese, per il 2014 e per il 2015 prenderà 2,88 euro al mese.

A questi aumenti andrà aggiunta l’una tantum che si percepirà ad agosto e che, prendendo sempre in considerazione i tre importi portati ad esempio, sarà di circa 800 euro, 530 euro e 330 euro.

Il rimborso spetta anche agli eredi

Le pensioni in corso, comprese quelle che spettano ai superstiti, di reversibilità o indirette, verranno rivalutate automaticamente e verranno liquidati gli arretrati. Laddove il pensionato aveva diritto a delle somme ma è deceduto prima di percepirle, il rimborso spetterà agli eredi ma l’accredito non sarà automatico. Si dovrà presentare apposita domanda di rateo utilizzando esclusivamente la modalità telematica, anche laddove siano già stati liquidati i ratei maturati e non riscossi.

Info sull'Autore

Nata a Roma un po' di anni fa, ha sempre avuto molteplici interessi, cimentandosi in molti campi tra discipline sportive e musicali. Appassionata anche di cinema e letteratura, nonostante le tante "distrazioni" si è laureata in Giurisprudenza ed è diventata giornalista pubblicista. In questi ultimi anni ha trovato anche il tempo di sposarsi e adottare una splendida bambina.

1 Commento finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Andrea Morelli 31 luglio 2015 at 12:42 - Reply

    Salve, in merito al suo articolo, ho controllato il cedolino di agosto della pensione ex inpdap di mia madre (reversibilità) di 1470 eu ca lordi e non c’è nessuna traccia di rimborso. Volevo un suo parere in merito.

    Grazie

    Andrea

Lascia Una Risposta