Senza appartenere di Nina Zilli, significato e testo: il brano di Sanremo è un inno femminista

Pubblicato il 7 Feb 2018 - 7:33pm di Giacinta Carnevale

Testo e significato di “Senza appartenere”, la canzone di Nina Zilli in gara alla 68esima edizione del Festival di Sanremo. Il brano è un vero e proprio inno femminista dedicato al coraggio e alla forza delle donne.

Nina Zilli torna al Festival di Sanremo 2018 per la quarta volta con “Senza appartenere”

Tra i 20 Campioni che quest’anno si contenderanno il titolo di migliore canzone del Festival di Sanremo, troviamo anche la stilosa e talentuosa Nina Zilli con “Senza appartenere”. Nella prima serata della 68esima edizione della kermesse canora la cantautrice emiliana si è esibita poco dopo la mezzanotte mentre oggi sarà la seconda Big a salire sul palco dell’Ariston. La performance della Zilli non è stata perfetta dal punto di vista dell’intonazione ma è riuscita ugualmente a conquistare il pubblico. Il suo brano infatti è stato inserito nella fascia blu della classifica della prima serata, ossia delle canzoni che hanno ricevuto il maggior numero di voti dalla giuria demoscopica. Insieme all’artista piacentina troviamo Noemi, il duo Meta-Moro, Annalisa, Lo Stato Sociale, Ron e Max Gazzè.

Dopo anni da veejay e vocalist in diversi gruppi musicali, nel 2009 iniziò la carriera da solista per Nina Zilli che firmò il suo primo contratto discografico con l’Universal Music Italy. Il successo arrivò con il singolo 50mila che venne scelto come colonna sonora del film del regista Ferzan Ozpetek, Mine Vaganti. Tuttavia la vera consacrazione arrivò nel 2010 sul palco dell’Ariston dove con il brano “L’uomo che amava le donne” arrivò terza nella categoria Nuove Proposte ma conquistò il Premio della Critica Mia Martini, il premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica 2010 per la migliore interpretazione. La Zilli poi tornò a Sanremo due anni dopo in gara tra i Big con “Per sempre” che si classificò solo settima ma venne scelta per partecipare all’Eurovision Song Contest. La sua terza partecipazione al Festival invece risale al 2015 quando con il brano “Sola” arrivò nona.

Adesso Nina Zilli ci riprova per la quarta volta e lo fa con “Senza appartenere”, canzone con una dedica speciale per tutte le donne. Il pezzo inedito sarà incluso nel repack del suo album “Modern Art” che sarà disponibile in tutti i negozi di musica e nei diversi store digitali da venerdì 9 febbraio.

Testo e significato di “Senza appartenere”: il brano Nina Zilli sul coraggio e la forza delle donne

“Senza appartenere” è il titolo della canzone che Nina Zilli ha presentato alla 68esima edizione del Festival di Sanremo in programma dal 6 al 10 febbraio. Il brano è stato scritto e arrangiato dalla stessa artista emiliana in collaborazione con Giordana Angi e Antonio Iammarino. Nina Zilli ha scelto di portare all’Ariston un pezzo su un tema molto attuale: quello sulla lotta contro la violenza sulle donne. Una tematica che la stessa Michelle Hunziker, co-conduttrice di Sanremo 2018, ha preso a cuore lanciando un’iniziativa con l’hashtag #IoSonoQui (riprendendo il titolo di un pezzo di Baglioni) proprio in occasione della kermesse. Nel corso delle serate infatti sia i conduttori che gli artisti in gara avranno una spilla con un fiore, un ranuncolo, da indossare sul palco.

Tornando al brano di Nina Zilli, la cantautrice ha dichiarato di voler dedicare “Senza appartenere” a tutte le donne soprattutto a quelle che hanno subito traumi ma che hanno trovato sempre il coraggio di affrontarli. Nella canzone la Zilli canta la bellezza dell’essere donna a 360 gradi, il loro essere “indistruttibili ma allo stesso tempo sono fragili come diamanti”. L’artista si è ispirata agli insegnamenti di sua madre e di sua nonna ma anche alla forza di icone come Nina Simone e Marie Curie che hanno lottato per essere considerate al pari degli uomini e non essere l’oggetto di loro proprietà da esporre. A seguire trovate il testo completo di “Senza appartenere” che nella serata dei duetti di venerdì 9 sarà proposta in una nuova versione da Nina Zilli insieme con Sergio Cammariere:

Info sull'Autore

Aspirante giornalista, la mia passione per la scrittura nasce fin dai tempi del liceo. Attualmente sono redattrice delle sezioni Cinema e Spettacolo, Musica e Moda e Cultura di CorrettaInformazione.it. Tra le cose che amo ci sono il calcio, la musica, le serie tv ed il cinema.

Lascia Una Risposta