The Post: recensione del nuovo film di Spielberg con i premi Oscar Meryl Streep e Tom Hanks

Pubblicato il 31 Gen 2018 - 7:16pm di Giacinta Carnevale

Arriva nelle sale cinematografiche italiane “The Post”, il nuovo film di Steven Spielberg che vede protagonisti due grandissimi premi Oscar come la splendida Meryl Streep e Tom Hanks. La pellicola è stata presentata in anteprima in Italia lo scorso 15 gennaio con le tre star di Hollywood che hanno mandato in delirio i fans italiani sfilando sul red carpet allestito accanto al Duomo di Milano. Anche noi della redazione di Corretta Informazione eravamo presenti e a seguire trovate la nostra recensione del film.

Arriva al cinema “The Post”, la nuova pellicola di Spielberg con Meryl Streep e Tom Hanks

L’attesa è finalmente terminata. Domani, giovedì 1° febbraio, arriverà in tutti i cinema italiani “The Post” il nuovo film di Steven Spielberg. La pellicola vanta un cast davvero stellare che vede per la prima volta insieme sul grande schermo due leggende viventi del cinema mondiale: la meravigliosa Meryl Streep e l’intramontabile Tom Hanks. Il film racconta i fatti realmente accaduti nel 1971 quando il Washington Post affrontò una dura battaglia per la libertà di stampa. Altro tema principale è poi l’emancipazione femminile della prima donna a capo di un quotidiano americano, Katharine Graham, in una società dove di norma le posizioni di potere sono occupate principalmente da uomini.

La trama si sviluppa intorno alla pubblicazione dei “Pentagon Papers”, una relazione top secret di oltre 7 mila pagine dove sono presenti scottanti segreti governativi riguardo il coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra in Vietnam e le dichiarazioni false del presidente Johnson. Documenti che finiscono prima nelle mani del cronista Daniel Ellsberg del New York Times che ne pubblica una piccola parte prima di essere fermato dal Presidente Nixon e dalla sua amministrazione che ne vieta ulteriori pubblicazioni. Il Times decide così di fare appello alla Corte Suprema. Nel frattempo però l’intera relazione finisce nelle mani del Washington Post guidato dal duro e testardo direttore, Ben Bradlee e dalla proprietaria Kay Graham.

I due si troveranno davanti ad una difficile e delicata decisione: pubblicare o meno i “Pentagon Papers”. Alla fine con una grande prova di forza, la Graham decide di dar via libera al suo editore ed i documenti vengono così pubblicati sul Washington Post. Una decisione che potrebbe costare la carriera ad entrambi ma nonostante l’ostruzionismo dell’amministrazione Nixon, la sentenza della Corte Suprema fu favorevole sia al Times che al Post salvaguardando così il diritto alla libertà di stampa. In seguito venne autorizzata la diffusione su scala nazionale dei Pentagon Papers.

Nel cast oltre ai premi Oscar Meryl Streep e Tom Hanks, troviamo attori del calibro di Sarah Paulson (Tony Bradlee), Bob Odenkirk (Ben Bagdikian), Tracy Letts (Paul Ignatius), Bradley Whitford (Fritz Beebe), Bruce Greenwood (Robert McNamara), Matthew Rhys (Howard Simons), Alison Brie (Lally Weymouth), Carrie Coon (Meg Greenfield) e David Cross (Phil Geyelin). La sceneggiatura è stata scritta da Liz Hannah e Josh Singer mentre i produttori sono Amy Pascal e Kristie Macosko Krieger. Per quanto riguarda la scenografia è opera di Rick Carter (già vincitore di un Oscar per Lincoln) e direttore della fotografia invece è Janusz Kaminski che ha già lavorato in passato in molte pellicole di Spielberg. “The Post” è candidato ai prossimi premi Oscar 2018 con due nomination: quella per Miglior Film e quella per Miglior Attrice Protagonista (Meryl Streep alla sua 21esima nomination).

The Post, recensione del film sulla libertà di stampa ispirato alle vicende dei Pentagon Papers

Metti insieme la bellezza di ben 9 Oscar ed il risultato non può che essere straordinario. Tre mostri sacri di Hollywood e del cinema mondiale come Steven Spielberg, Meryl Streep e Tom Hanks non potevano non dar vita ad un film davvero ben riuscito come “The Post”. Si tratta di una pellicola che pur raccontando un evento storico avvenuto nel lontano 1971, è più che mai attuale visto che ancora oggi la libertà di stampa nel mondo e in particolare negli Stati Uniti d’America è messa in serio rischio. Nella storia americana ci sono stati tanti momenti fondamentali in cui i cittadini hanno dovuto decidere se rischiare tutto pur di difendere ciò che ritenevano giusto per proteggere la libertà del loro paese. In questo film Spielberg decide di analizzare e raccontare proprio uno di questi momenti storici.

Il risultato che ne viene fuori, è un dramma avvincente che riesce a coinvolgere fin da subito gli spettatori grazie anche alle straordinarie performance di attori del calibro di Meryl Streep e Tom Hanks. La Streep interpreta Kay Graham, una donna che si ritrova, dopo il suicidio del marito, a ricoprire un ruolo di spicco e di grande potere in un mondo prettamente dominato dagli uomini. Ancora una volta l’incredibile bravura di Meryl Streep, che non a caso ha ricevuto la sua 21esima nomination agli Oscar, ci mostra il percorso ed il cambiamento di questa donna inizialmente insicura ma che troverà presto un grande coraggio che le farà conquistare la sua posizione nella società. La Graham infatti negli anni a seguire riuscirà a conquistare il Pulitzer e diventerà una delle donne più influenti d’America, una vera e propria pioniera.

Un’altra grande prova è quella offerta da Tom Hanks nei panni del direttore del Washington Post, Ben Bradlee. Anche quest’ultimo ha un suo percorso di crescita all’interno del film. Bradlee riesce infatti pian piano a comprendere quanto sia complicato il ruolo della sua proprietaria e degli “abusi” che si ritrova a subire in quanto donna. The Post non è solo il racconto della battaglia per la pubblicazione dei Pentagon Papers ma è il ritratto di una collaborazione vincente tra la Graham e Bradlee, un’amicizia vera e sincera resa perfettamente dai due attori. Una delle migliori qualità di Meryl Streep e di Tom Hanks è proprio quella di riuscire a trasformarsi completamente nei loro personaggi.

Il nuovo film di Spielberg quasi sicuramente non riuscirà a bissare il successo de “Il caso Spotlight” come Miglior film dell’anno ma è senza ombra di dubbio una pellicola che merita di essere vista. Per questo vi invitiamo ad andare a vedere The Post al cinema nel prossimo weekend. A seguire trovate il trailer ufficiale e alcune foto della conferenza stampa che si è tenuta a Milano lo scorso 15 gennaio.

Info sull'Autore

Aspirante giornalista, la mia passione per la scrittura nasce fin dai tempi del liceo. Attualmente sono redattrice delle sezioni Cinema e Spettacolo, Musica e Moda e Cultura di CorrettaInformazione.it. Tra le cose che amo ci sono il calcio, la musica, le serie tv ed il cinema.

Lascia Una Risposta