The Revenant Redivivo, recensione e trama film: Leonardo DiCaprio torna a mirare all’Oscar

Pubblicato il 14 Gen 2016 - 1:48pm di Francesco Salvetti

La recensione con trama del film “The Revenant – Redivivo” con Leonardo DiCaprio, al cinema da sabato 16 gennaio. All’interno anche un giudizio sul cast che vede DiCaprio al fianco di Tom Hardy nel duo di protagonisti del nuovo film del regista messicano Iñárritu.

Recensione “The Revenant – Redivivo”, film con Leonardo DiCaprio

Glass è un esploratore americano da un turbolento passato. Ha avuto una storia con un’indiana dalla quale è nato un figlio. Dopo l’attacco al loro villaggio, rivivrà nella sua mente quella scena come un incubo spesso terrorizzato dal perdere il ricordo della moglie. The Revenant è il ritorno a casa dopo una spedizione del gruppo di esploratori guidato da Leonardo DiCaprio. Un ritorno che vedrà il protagonista rischiare la vita a causa dell’attacco di un orso e vivere altre mille peripezie, cercando come unico obiettivo quello di tornare a casa e concludere la sua missione.

Tre Golden Globes: miglior film, regia e attore drammatico. Film che arriverà nelle sale italiane sabato 16 gennaio. “The Revenant – Redivivo”, il nuovo lavoro del talentuoso regista Alejandro González Iñárritu.

Dopo il riconoscimento dell’Oscar lo scorso anno e il conseguente trionfo mondiale grazie a“Birdman”, dove Iñárritu ha osato dirigendo un film a camera unica; in questa nuova pellicola torna a sperimentare girando a luce naturale e grazie al movimento della camera. Aiutato da modifiche del sonoro, trasporta lo spettatore nel vivo delle scene, permettendogli di vivere le sensazioni dei personaggi quasi in prima persona, mostrando al pubblico il duro lavoro fatto dagli attori e dalla troupe nella realizzazione della pellicola.

Nonostante il film presenti alcuni tratti onirici come il precedente, la storia di questo nuovo capolavoro subisce profondamente l’influenza del poema omerico “l’Odissea” rendendo Glass l’Ulisse del 2016 che dopo tante avventure, dove ha spesso rischiato la vita e a casa è stato dato per morto, torna in patria a riprendersi il suo posto.

Tanti film in precedenza hanno visto protagonista il dualismo natura-uomo: da “Cast Away” dove Tom Hanks era un naufrago sperduto in un isola deserta, passando per “Wild” con Reese Witherspoon e “Into the Wild” ispirato alla storia vera di Christopher McCandless e diretto da Sean Peen, uno dei volti che ha contributo alla realizzazione del film.

Anche in quest’opera la natura diventa uno degli attori principali che nasce, cresce e muore proprio come l’uomo. Emblematica la scena che vede la morte della moglie del protagonista, dove il regista sceglie di far uscire un uccellino dal cuore della sua Penelope, restituendole purezza e innocenza per una vita che ingiustamente gli è stata portata via facendo soffrire l’amato Glass.

Leonardo di Caprio, ora tocca a te: giudizio sul protagonista

Il calcio è uno sport di squadra: undici uomini guidati da un allenatore provano per 90 minuti a fare più gol degli avversari. Talvolta nella squadra c’è un giocatore che può vincere le gare da solo. Messi, Maradona, Pelè: sono solo alcuni dei fenomeni che si sono distinti nella storia per talento e decisività. I giocatori sono uomini, non macchine, e hanno bisogno di motivazioni, di spinte psicologiche che li aiutino ad esprimersi al meglio. Quest’anno il calciatore del Napoli Gonzalo Higuain e il suo allenatore Maurizio Sarri ne sono un esempio. È proprio grazie al mister della squadra campana che il campione argentino è tornato ad altissimi livelli anche in ambito europeo.

Il cinema è anch’esso un’esperienza di squadra. Iñárritu, da buon allenatore, dopo aver risollevato la carriera di Michael Keaton permettendogli di esprimersi al meglio in “Birdman”, scritto praticamente su di lui (Keaton fu Batman alla fine degli anni ’80, sotto la sapiente guida di un giovane Tim Burton), con “The Revenant” di nuovo mette in atto questa formula e affida il ruolo da protagonista a Leonardo DiCaprio.

Dopo mille difficoltà e tante sfortune patite agli Oscar, il regista messicano è consapevole di questa sua voglia di vincere l’ambita statuetta e infatti contorna DiCaprio di un film che ne esalta tutte le sue capacità, costringendolo a durissime prove fisiche.

Leo sfiderà le intemperie, animali, sarà attaccato dagli indiani. E nell’ultimo fotogramma troviamo uno sguardo in camera dove sembra dire al pubblico: “E’ la volta buona?”.

Info sull'Autore

Laureando in Ingegneria Gestionale presso l'università di Tor Vergata, da sempre appassionato di cinema e inviato per eventi cinematografici per Corretta Informazione.

2 Commenti finora. Sentitevi liberi di unirsi a questa conversazione.

  1. Gaia 16 gennaio 2016 at 19:34 - Reply

    Ciao francischino hai fatto veramente molto bene a scrivere questa tua nuova cosa e questo tuo nuovo articoletto caro francischino sul mio fb e anche sul mio cell e una cosa molto importante e anche una cosa molto interessante caro chicc t v b da gaiuccia ☔☁❄

    • fernando 24 gennaio 2016 at 13:03 - Reply

      gaia hai ragione sono d’accordo con te è un gran bell’ articolo, scritto bene.

Lascia Una Risposta