Unicredit Mutuo Valore Italia Tasso Finito 2017: requisiti, opinioni e tassi di interesse

Pubblicato il 20 Dic 2016 - 11:19am di Ubaldo Cricchi

Le ultime statistiche in tema di finanziamenti dimostrano che nel semestre tra maggio e ottobre di quest’anno c’è stato un aumento delle erogazioni (con la percentuale delle surroghe che è calata dal 50 al 38%), con gli italiani che preferiscono il tasso fisso (più del 70% opta per una soluzione di questo tipo): rimanendo in ambito di finanziamenti a tassi certi, oggi parleremo del prodotto Unicredit Mutuo Valore Italia Tasso Finito, scoprendone i requisiti, i tassi d’interesse e le opinioni della clientela.

La gamma dei Mutui Unicredit

La famiglia dei Mutui Valore Italia di Unicredit si compone di cinque diversi finanziamenti: c’è il Mutuo Valore Italia Base (consente di acquistare la prima casa o un secondo immobile residenziale con spread a partire da 1,50%), il Mutuo Valore Italia Più (il prodotto flessibile che consente di scegliere tra tasso fisso e tasso variabile), Mutuo Valore Italia Super (dopo due anni dalla stipula è possibile passare dal tasso variabile a quello fisso), il Mutuo Valore Italia Top (altro prodotto flessibile che permette di passare da tasso variabile a tasso fisso dopo 2 anni e che per i primi 10 anni garantisce un tasso inferiore al 2%) e il Mutuo Valore Italia Tasso Finito (il prestito con tasso fisso a partire dal 2%).

Mutuo Valore Italia Tasso Finito: importo, durata e tassi di interesse

E proprio di quest’ultimo prodotto parleremo in maniera più approfondita. Unicredit lo definisce come il finanziamento con tasso predefinito e certo; può essere richiesto per l’acquisto o la ristrutturazione di un immobile residenziale (prima o seconda casa) ed è caratterizzato da un tasso fisso (a partire dal 2%) che è predefinito in base alla durata del prestito. In altri termini, sui mutui fino a 10 anni viene applicato un tasso del 2%, per durate tra gli 11 e i 15 anni il tasso è del 2,5%, per durate tra i 16 e i 20 anni c’è il 3% e per le durate tra i 21 e i 30 anni (lasso di tempo disponibile solo in caso di acquisto dell’immobile) si applica il 3,5%

Durata Tasso Fisso
FIno a 10 anni 2%
11-15 anni 2,5%
16-20 anni 3%
21-30 anni (solo acquisto) 3,5%

Chiarito l’aspetto relativo a durata e tassi di interesse, andiamo a conoscere le altre caratteristiche del Mutuo Valore Italia Tasso Finito. In caso di acquisto l’importo massimo erogabile non può superare il 50% del valore dell’immobile (il più basso tra prezzo di acquisto e valore peritale), mentre in caso di ristrutturazione l’importo massimo non può andare oltre il 50% del valore dell’immobile offerto in garanzia e non può superare l’80% dell’importo complessivo dei lavori da effettuare; l’importo minimo (valido sia per acquisto che per ristrutturazione) è di 30.000 euro. La durata, come abbiamo visto prima, va da 5 a 20 anni per la ristrutturazione e da 5 a 30 anni per l’acquisto.

Questo tipo di finanziamento è disponibile anche con la finalità Surroga, ma in questo caso si applica sempre un tasso del 3% a prescindere dalla durata del prestito (che può andare dai 5 ai 30 anni); l’importo massimo che può essere concesso è pari al debito residuo del mutuo che viene trasferito (ma non può andare oltre il 50% del valore dell’immobile offerto in garanzia), mentre la cifra minima è pari a 50.000 euro.

Sul sito dell’istituto viene riportato un esempio rappresentativo: un mutuo da 100.000 euro da rimborsare in 20 anni comporta il pagamento di 240 rate mensili da 557,60 euro; il tasso è fisso al 3%, con Taeg al 3,49%, e il totale da restituire ammonta a 135.476,38 euro. Rientrano nel totale le varie spese di istruttoria (pari all’1,25% dell’importo concesso, quindi in questo caso 1.250 euro), di perizia (211,06 euro), di incasso rata (7,50 euro in caso di pagamento per cassa, 5 euro in caso di pagamento in modalità SEPA, 3 euro in caso di pagamento con addebito su conto corrente Unicredit), di gestione pratica (60 euro annuali), assicurazione obbligatoria Incendio Fabbricati (600 euro), imposta sostitutiva (0,2%, quindi 250 euro).

Requisiti e opinioni

L’importo di norma viene erogato contestualmente alla stipula, mentre il rimborso avviene con addebito automatico in conto corrente con periodicità mensile; il preammortamento è solo tecnico e l’ammortamento parte dal primo giorno del mese successivo all’erogazione (metodo alla francese). Sulla scheda del prodotto si legge che il Mutuo Valore Italia Tasso Finito è destinato ai consumatori, ovvero a quelle persone fisiche che agiscono per scopi personali ed estranei all’attività imprenditoriale, professionale, commerciale o artigianale che possono eventualmente svolgere. Il cliente che vuole stipulare il contratto deve presentare la documentazione anagrafica, la documentazione reddituale e la documentazione tecnica relativa all’immobile offerto in garanzia (oltre ad ulteriori documenti eventualmente necessari per il caso specifico).

Girando un po’ per il web è possibile trovare diverse opinioni sul Mutuo Valore Italia Tasso Finito Unicredit: in linea generale viene considerato come un prodotto conveniente, ma vengono sottolineati anche alcuni aspetti retenuti non molto positivi: innanzi tutto viene ricordato al cliente di non guardare solo il tasso fisso indicato (come abbiamo visto nell’esempio ci sono anche varie spese da considerare), ma le cose che convincono meno sono i limiti massimi dell’importo (50% del valore dell’immobile) e soprattutto la durata (troppo breve quella che consente di beneficare del tasso più basso).

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta