Unimpresa: controlli fiscali, amministrazione finanziaria accanita con le piccole imprese

Pubblicato il 23 Ago 2015 - 3:48pm di Ubaldo Cricchi

Il fisco si accanisce con i più piccoli e si dimostra debole con i grandi: è questo il succo del discorso della denuncia di Unimpresa, che dimostra come più del 90% dei controlli fiscali del 2014 ha riguardato le partite Iva e le piccole imprese. Gli accertamenti sulle medie imprese rappresentano solo l’8% del totale, mentre la quota che riguarda i grandi gruppi si ferma ad un misero 1,7%. Sono questi i numeri che risaltano nella mappa dell’attività dell’amministrazione finanziaria realizzata dall’organizzazione.

Pochi controlli fiscali per i grandi gruppi industriali

Il dato meritava di essere sottolineato perché nonostante le grandi aziende siano state poco sottoposte a controlli fiscali, durante il 2014 sono stati individuati ben 31 grandi gruppi dell’industria che si sono dimostrati evasori, sottraendo all’erario più di 25 milioni di euro a testa. Numeri che non fanno capire come mai ci sia questo accanimento nei confronti delle piccole imprese.

Unimpresa denuncia proprio questa disparità di trattamento, con le briglie fiscali che sembrano strettissime sui piccoli e decisamente più larghe per le imprese di grandi dimensioni, che sono anche quelle che, realizzando profitti superiori, hanno un maggiore potenziale di evasione. Eppure l’anno scorso su 177.300 controlli fiscali, ben 160.007 sono stati fatti su micro e piccole imprese e sulle partite Iva (in pratica su artigiani e liberi professionisti); gli accertamenti sulle medie imprese sono stati 14.211, mentre quelli sui gruppi industriali di grandi dimensioni sono stati solo 3.122.

La denuncia di Unimpresa sull’accanimento del Fisco verso piccole imprese e partite Iva

Come sottolinea Paolo Longobardi, presidente di Unimpresa, è evidente come l’amministrazione finanziaria di accanisce contro i più piccoli: servirebbe un drastico cambiamento nel rapporto tra i contribuenti e lo Stato, ma da questo punto di vista la delega fiscale del Governo Renzi è insoddisfacente, visto che non ha mosso nulla in questa direzione. Nella tabella realizzata da Unimpresa vengono evidenziati il numero dei controlli fiscali eseguiti anche in relazione alla presunta evasione.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta