Vaglia Postale 2018: costi online e in ufficio Poste Italiane, cambiario e circolare

Pubblicato il 22 Apr 2017 - 10:38am di Ubaldo Cricchi

Anche se negli ultimi anni si sono diffusi strumenti di pagamento elettronici sempre più sicuri e semplici, il vaglia postale anche nel 2018 continua ad essere uno strumento molto apprezzato: scopriamo le sue caratteristiche, le differenze tra vaglia ordinario e circolare e i costi per farli online o presso gli uffici di Poste Italiane.

Cos’è il vaglia postale e come funziona

Prima di tutto cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando: il vaglia postale è uno strumento di pagamento con il quale è possibile inviare delle somme di denaro ad un altro soggetto, anche se questi non è titolare di un conto corrente postale o bancario. La versione classica prevede che chi vuole effettuare il pagamento compili un modulo e consegni la somma di denaro (più la commissione per il servizio) direttamente allo sportello dell’ufficio postale; il destinatario riceve il modulo direttamente nella propria cassetta postale e, munito di un documento di identità, può portarlo presso l’ufficio postale competente per riscuotere il denaro in contanti.

Ordinario, circolare e altre tipologie: costi online e in ufficio

Attualmente sono disponibili quattro versioni di vaglia postale: vediamo quali sono le loro caratteristiche, le differenze e i costi:

  • Vaglia ordinario
    Consente di inviare denaro anche senza essere titolari di un conto corrente postale o bancario; la consegna del modulo al destinatario avviene nel giro di 3 o 4 giorni e la somma di denaro trasferita può essere riscossa entro due anni. L’importo massimo che può essere trasferito tramite vaglia postale ordinario ammonta a 2.582,28 euro; il mittente deve pagare una commissione di 6,00 euro se il vaglia viene emesso tramite sportello postale, mentre i titolari di BancoPosta Online o di Conto Click possono farlo tramite web al costo di 2,50 euro. Il beneficiario invece non deve pagare alcuna commissione, sia in caso di incasso in contanti che in caso di accredito su conto corrente postale o bancario.
  • Vaglia circolare
    Con questo strumento non ci sono limiti di importo; il denaro trasferito può essere incassato in contanti presso qualsiasi ufficio postale oppure può essere versato su un conto corrente postale o bancario. La differenza principale rispetto alla versione ordinaria consiste nel fatto che il vaglia non viene consegnato al beneficiario tramite servizio postale, ma viene recapitato personalmente dal mittente. Se il vaglia postale circolare viene emesso dall’ufficio postale in contanti le commissioni ammontano a 3,00 euro, mentre se viene emesso con addebito su conto corrente BancoPosta l’operazione è gratuita. Una volta che il mittente gli ha consegnato il titolo di pagamento, il beneficiario dovrà portarlo presso qualsiasi ufficio postale per poter riscuotere la somma in contanti oppure per disporne il versamento presso un conto corrente postale o bancario.
  • Vaglia veloce
    Anche in questo caso non bisogna essere titolari di un conto corrente presso le Poste o altro istituto; il trasferimento di denaro può essere richiesto presso qualsiasi ufficio postale ed avviene in modo immediato; il beneficiario ha 30 giorni di tempo per riscuotere la somma. Per trasferire soldi tramite vaglia veloce il mittente deve recarsi presso un ufficio postale, compilare il modulo ed indicare la password (che può essere composta da 3 a 16 caratteri) che servirà al beneficiario per incassare; a questo punto deve comunicare al beneficiario il numero di riferimento del vaglia e la parola chiave, in modo da poter riscuotere il denaro trasferito. L’importo massimo trasferibile è sempre di 2.582,28 euro e le commissioni a carico del mittente ammontano a 10 euro (nulla è invece dovuto dal beneficiario).
  • Vaglia internazionale
    Non serve avere un conto corrente postale o bancario per poter inviare all’estero delle somme di denaro; i tempi dell’operazione si aggirano tra i 7 e i 10 giorni. Chi vuole mandare denaro all’estero deve recarsi presso un ufficio postale e la somma da trasferire deve essere espressa nella moneta del Paese di destinazione; il vaglia viaggia attraverso la rete postale e quindi viene sottoposto a standard qualitativi elevati. Chi invece riceve del denaro inviato dall’estero tramite vaglia può riscuoterlo recandosi presso l’ufficio postale indicato sul titolo stesso (che viene recapitato a casa del beneficiario dal postino) oppure presso altri uffici postali. L’invio di un vaglia postale internazionale o la riscossione di un vaglia proveniente dall’estero hanno un costo di 6,00 euro, ai quali si possono aggiungere ulteriori oneri per i servizi accessori eventualmente richiesti come l’avvisio di ricevimento o di pagamento (0,46 euro), il pagamento disoolcato (1,03 euro), la duplicazione (1,29 euro) o la richiesta di esito titoli (10,00 euro). L’elenco dei Paesi abilitati è presente sul sito ufficiale di Poste Italiane.
Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta