Voli Low Cost 2017: Roma Ciampino-Fiumicino e Milano Malpensa-Bergamo da record, Italia terza in Europa

Pubblicato il 17 Feb 2017 - 10:49am di Redazione

Le numerose compagnie low cost presenti in Italia registrano, di anno in anno, un numero sempre maggiore di passeggeri che scelgono di viaggiare all’insegna del risparmio. I voli low cost, infatti, rappresentano la più grande rivoluzione nei viaggi a lunga distanza dai costi contenuti e dall’elevata qualità. Nel 2016 sono stati più di 30 milioni i passeggeri dei voli low cost in Italia. Parliamo del 51% dei voli totali nazionali. Un’Italia da record e ci si aspettano cifre altrettanto elevate anche per questo 2017.

Voli low cost in Italia: Roma e Milano da record di viaggiatori

Le grandi cifre raggiunte con i voli low cost sono state rese possibili dall’ampia scelta a disposizione dei viaggiatori, come evidenzia il report pubblicato da GoEuro in cui vengono riportate tutte le statistiche sulle compagnie aeree a basso costo. Diciotto aereoporti italiani superano il milione di passeggeri annui e una grande percentuale sceglie di viaggiare con compagnie low cost piuttosto che con compagnie tradizionali. E’ possibile stilare una classifica sulla base della percentuale dei passeggeri low cost in relazione al numero di passeggeri totali. I dati sono stati recuperati dall’Ente Nazionale per l’aviazione civile in riferimento al traffico aereo dell’anno 2015.

La relazione tra il numero di passeggeri low cost e il numero di compagnie a basso costo presenti in un dato aeroporto non è direttamente proporzionale. Significa che anche se un’aerostazione, come ad esempio Fiumicino, detiene il maggior numero di compagnie low cost, ciò non comporta una posizione ai piani alti della classifica. Infatti, a Roma Fiumicino pur essendoci 12 compagnie a basso costo, solo il 27% dei passeggeri totali le utilizza. Su 40.233.507 di passeggeri totali, 10.858.538 sono passeggeri low cost.

Il primo posto della classifica è occupato dall’aeroporto di Treviso con ben il 99,7% di passeggeri low cost (2.350.953 su 2.358.222). E’ seguito da Roma Ciampino, anche in questo caso con una percentuale molto elevata, 99,1% (5.770.194 su 5.775.556). Entrambi gli aeroporti hanno solo due compagnie aeree low cost. Questo numero sale a tre a Milano-Bergamo, aeroporto posizionato al quarto posto della classifica con il 93,6% di passeggeri a basso costo (9.648.849 su 10.305.158).

Milano Malpensa occupa, invece, la terzultima posizione nella graduatoria. Il 42,6% dei passeggeri sceglie di viaggiare con una delle 10 compagnie a basso costo. Su 18.444.778 di passeggeri totali, 7.859.309 sono low cost. L’ultima posizione, come accennato prima, è occupata dall’aeroporto di Roma Fiumicino.

Quali destinazioni offrono i voli low cost?

Il nuovo modo di viaggiare a costi contenuti non risente di un abbassamento del livello di qualità o di sicurezza offerto dalle compagnie a basso costo. Anzi, permette a tanti viaggiatori di raggiungere importanti mete turistiche con facilità e in economia. Quali e quante sono le destinazioni d’Europa proposte dalle compagnie aeree low cost? Volendo stilare anche in questo caso una classifica, la nazione europea che annovera il maggior numero di mete turistiche economiche è la Spagna, seguita dalla Francia e, al terzo posto, dalla nostra penisola, l’Italia.

In Spagna il numero totale di destinazioni giornaliere è di 180. Di queste, ben 29 appartengono alla compagnia aerea Vueling, 23 a Ryanair, 18 a Easyjet, 14 a Norwegian, 14 a Iberia Express e 10 a Wizzair.

In Francia, invece, sono 175 le destinazioni totali così distribuite. 32 della compagnia aerea Ryanair, 18 di Easyjet, 12 di Vueling, 8 di Norwegian, 6 di Iberia Express e 2 di Wizzair.

Arriviamo al terzo posto da record per l’Italia, con 164 destinazioni totali. La compagnia con più mete turistiche è Ryanair, 26, seguita da Vueling con 19 e Easyjet con 16 destinazioni. Una in meno per Wizzair (15), 8 per Norwegian e 1 per Iberia Express.

Tenerife, Costa Azzurra, Barcellona, Londra e Parigi sono tra le mete più ricercate. Spiagge, metropoli dai colori intensi o luoghi d’arte sono facilmente raggiungibili a costi contenuti grazie alle offerte delle compagnie low cost. Ma, quali sono i segreti del risparmio?

Come risparmiare sui voli a basso costo

Poche regole precise e il risparmio sui voli low cost aumenterà notevolmente. Prima condizione importante è la flessibilità sia nelle date che negli orari. Venerdì, sabato e domenica sono i giorni in cui i prezzi dei voli sono più elevati. Occorre prendere in considerazione l’idea di viaggiare in altri giorni della settimana per spendere meno.

Un altro “trucco” è fare uno scalo. Il viaggio si allungherà, ma i prezzi dei biglietti saranno inferiori e potrai trovare il low cost più conveniente. Grande attenzione va posta anche nella posizione occupata dall’aeroporto di partenza o arrivo.  Alcuni aeroporti low cost sono poli secondari quindi, essendo lontani dalla città, occorre prevedere un ulteriore costo per poterli raggiungere. Nel momento di acquistare il biglietto aereo low cost, è bene prendere in considerazione il costo aggiuntivo che comporterebbe il trasporto tra la città e l’aeroporto. Aggiungendolo al prezzo del biglietto low cost si potrà, così, confrontare con il costo del biglietto aereo diretto all’aeroporto principale della città.

Il bagaglio da stiva è sempre un costo aggiuntivo, riuscire a portare tutto l’occorrente nel bagaglio a mano comporterebbe un risparmio non indifferente. Un altro consiglio da tenere a mente è di confrontare tramite i siti web le offerte delle varie compagnie per la stessa destinazione e calcolare più preventivi in giorni diversi, sia per l’andata che per il ritorno.

Per qualsiasi dubbio sui costi aggiuntivi, sui controlli o sui servizi delle varie compagnie aeree, online, nei siti ufficiali, troverete le vostre risposte. Viaggerete, così, liberi da pensieri verso la vostra destinazione preferita.

Info sull'Autore

Lascia Una Risposta