WhatsApp, nuovo malware colpisce l’applicazione su smartphone Android: le caratteristiche del virus

Pubblicato il 21 Dic 2015 - 11:04am di Ubaldo Cricchi

I proprietari di dispositivi Android dovranno fare i conti per il nuovo malware che ha preso di mira la famosissima applicazione WhatsApp: una grande seccatura, soprattutto se si considera che con l’avvicinarsi delle feste natalizie la piattaforma di messaggistica istantanea sarà uno degli strumenti più utilizzati per lo scambio di auguri.

WhatsApp, le caratteristiche del nuovo virus

La protagonista del nuovo attacco sarebbe una notifica che compare mentre si sta utilizzando WhatsApp: nel messaggio si invita l’utente ad aggiornare il sistema operativo e indica il link da cliccare per completare l’operazione. Purtroppo cliccando sul collegamento si dà il via all’infezione da malware. Il nuovo virus, di cui esistono due varianti (Andr/InfoStl-AZ e Andr/InfoStl-BM), rende particolarmente difficile utilizzare i dispositivi Android che sono stati infettati. Ma non ètutto, nei pop up creati dal malware (che non vanno assolutamente aperti) viene chiesto all’utente di inserire alcun dati particolarmente sensibili, come quelli relativi alla carta di credito o agli account utilizzati per il pagamento online, spiegando che sono necessari per confermare i dati dopo l’aggiornamento di WhatsApp.

Il malware colpisce solo smartphone Android: attenzione ai finti aggiornamenti dell’applicazione

Ormai chi usa smartphone o tablet Android sa che gli update ufficiali passano esclusivamente attraverso il Google Play Store o il sito ufficiale di WhatsApp. Inoltre le richieste di pagamento sicure avvengono all’interno dell’applicazione (senza la necessità di cliccare su link che portano a siti esterni, che nella maggior parte dei casi sono poco affidabili se non pericolosi): bisogna quindi diffidare dalle notifiche che invitano all’aggiornamento e che non sfruttano questi canali ufficiali. Per il momento il virus per WhatsApp non ha ancora fatto la sua comparsa su dispositivi marchiati Apple.

Con un po’ di attenzione in più la minaccia può essere tranquillamente evitata, risparmiando così le seccature che ne potrebbero derivare, in particolar modo in un periodo come questo: sotto le feste l’utilizzo delle applicazioni di messaggistica diventerà ancora più importante (scambio di auguri, inviti…). WhatsApp è senza dubbio l’app regina in questo campo, anche se Telegram si sta rivelando un concorrente davvero temibilie: basti pensare che in Brasile, quando WhatsApp è rimasto inutilizzabile per due giorni per scelta di un giudice, nel giro di poche ore Telgram ha registrato un incremento di più di un milione e mezzo di utenti.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta