Sesso nelle carceri, ddl in commissione: novità su amnistia e indulto, violenza nei penitenziari

Pubblicato il 3 Nov 2015 - 10:46am di Ubaldo Cricchi

La situazione nelle carceri è sempre un’osservata speciale: gli episodi di violenza continuano ad essere all’ordine del giorno, sul fronte politico tutto rimane ancora bloccato per quanto riguarda amnistia e indulto, mentre è stato avviato l’iter per la legge sul sesso in carcere che prevede la costituzione di specifici locali in cui la privacy dei detenuti sia garantita, senza controlli audio e video.

Violenza nei penitenziari: aggrediti gli agenti, denunce dei sindacati

Prima di tutto affrontiamo la parte relativa alla cronaca. A Potenza due agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto: un agente ha riportato ferite guaribili in una ventina di giorni, mentre l’altro ha un problema all’occhio e per questo si trova ricoverato in ospedale. L’ennesimo episodio violento nelle carceri è stato denunciato dai sindacati Sappe, Osapp e Uspp.

Tutte le forze sindacali hanno voluto sottolineare lo sconforto del personale che lavora nelle carceri, la sensazione di abbandono da parte dei piani alti dello Stato che nonostante il sistema sia ormai giunto al collasso continuano a sottrarre risorse economiche ed umane, rendendo la situazione all’interno degli istituti davvero difficile.

Il ddl sul sesso nelle carceri arriva in commissione

Sul fronte normativo la novità è rappresentata dall’approdo in commissione Giustizia del disegno di legge sul sesso nelle carceri. Il provvedimento, con Alessandro Zan del PD primo firmatario, ha l’obiettivo di disciplinare le relazioni affettive dei detenuti, che avrebbero diritto di fruire per una volta al mese delle cosiddette stanze dell’amore, locali senza controlli audio e video.

In realtà lo scopo della proposta non è quello di introdurre il sesso all’interno dei penitenziari, ma quello di poter garantire ai detenuti la possibilità di godere del loro diritto all’affettività in condizioni di intimità. La spiegazione non convince gli esponenti della Lega Nord, con il deputato/tesoriere Nicola Molteni che sui social network ha spiegato il suo disappunto, definendo il disegno di legge come un delirio del PD, che vorrebbe trasformare le galere in bordelli.

Aggiornamenti su amnistia e indulto: nuovo rinvio

Infine un aggiornamento per quanto riguarda amnistia e indulto: la settimana passata si è chiusa con il consueto nulla di fatto e bisognerà aspettare ancora, visto che almeno fino al 6 Novembre il Senato sarà impegnato con la legge di Stabilità. Il dibattito sul presunto miglioramento delle condizioni nelle carceri continua, con il Governo che rimarca i progressi fatti con i vari provvedimenti come lo svuotacarceri e le sempre più frequenti denunce di sovraffollamento e di carenza di personale che arrivano direttamente dai penitenziari.

Info sull'Autore

Sardo trapiantato in Umbria, bachelor in informatica, sono un web designer e articolista. Convinto oppositore della scrittura in stile SMS, adoro gli animali e la musica.

Lascia Una Risposta